Lega denuncia venditori abusivi di bevande fuori dallo stadio e scrive al Prefetto

Alan Fabbri (Lega Nord): “Venditori abusivi di bevande alcoliche fuori dallo stadio, nell’indifferenza di chi deve vigilare. Intanto i commercianti onesti vengono multati. E’ uno scandalo”

Il capogruppo del Carroccio ha scritto al Prefetto di Ferrara.

“I cittadini questa volta hanno fatto da soli, ma la prossima? Le istituzioni la smettano di restare indifferenti”. Alan Fabbri, capogruppo della Lega Nord in Regione, ha scritto al Prefetto di Ferrara per denunciare l’assurda situazione vissuta domenica scorsa nei pressi dello stadio Mazza, in occasione della partita di calcio Spal-Pro Vercelli. “Fuori dall’impianto – racconta Fabbri – alcuni venditori abusivi, provenienti da Napoli e dintorni, offrivano bevande alcoliche, anche in vetro, in totale violazione dell’ordinanza comunale emanata in riferimento alle partite”. Ad aggravare l’episodio di evidente illegalità, la totale indifferenza di chi doveva vigilare sull’ordine pubblico in occasione dell’evento sportivo.

“Sono stati gli stessi cittadini ad allontanare i venditori abusivi, che altrimenti avrebbero continuato ad agire indisturbati”, segnala il leader del Carroccio in Regione, che ha allertato la Prefettura anche alla luce della prossima partita della Spal. “Salvo modifiche, sarà in programma giovedì 18 in orario notturno: l’affluenza prevista è ovviamente molto alta e dunque rappresenterà un incentivo per i venditori abusivi a ripresentarsi qui a Ferrara.

L’auspicio è che le istituzioni si muovano in fretta per vigilare adeguatamente sulla situazione e non lasciare più campo libero a questa gente”. Anche perché l’ordinanza comunale dovrebbe non solo tutelare l’ordine pubblico, ma anche prevenire fenomeni di concorrenza sleale. “Ai commercianti autorizzati – ricorda Fabbri – sono state comminate sanzioni nel nome di questa norma, agli abusivi invece deve provvedere il senso civico della gente. Ma che situazione è?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *