Legge di stabilità al Senato: i contenuti

Sarà l’ultimo atto del governo Monti: una volta incassata la approvazione definitiva della legge di stabilità, che ora è all’esame del senato, poi dovrà tornare alla camera per il via libera definitivo, il professore salirà al Quirinale e si dimetterà dal proprio incarico di capo del governo.

La legge di stabilità conferma l’impegno dell’Italia a raggiungere il pareggio di bilancio nel 2013.

Contiene tagli per circa un miliardo e mezzo dei fondi riservati all’acquisto di beni e servizi in sanità. Conferma l’aumento di un punto percentuale dell’aliquota IVA attualmente fissata al 21%. L’aumento scatterà da luglio 2013 e non riguarderà invece l’aliquota al10%, che è stata invece congelata.

Sul versante del lavoro la legge stanzia circa 800 milioni di euro per la detassazione dei premi di produttività; prevede inoltre uno stanziamento di circa 100 milioni di euro per la tutela dei cosiddetti esodati, quei lavoratori che rischiano di trovarsi senza reddito a seguito della riforma delle pensioni. La somma dovrebbe tutelarne circa 10mila.

Sarà attivo già dal prossimo anno, inoltre, il cosiddetto Fondo taglia tasse: dovrebbe servire a ridurre le imposte per le famiglie del ceto medio e sarà alimentato soprattutto con le maggiori entrate dovute alla lotta all’evasione fiscale. Verrà inoltre istituito fondo per l’esenzione dell’Irap per le piccole attività, pari a 540 milioni nel biennio 2014-2015

Fuori dalla legge di stabilità restano invece due provvedimenti di primaria importanza: il decreto sulle province e il decreto sviluppo. Il primo dovrebbe portare a compimento accorpamenti delle province italiane; il secondo una serie di provvedimenti per rilanciare la crescita economica. In entrambi i casi, lasciarli cadere sarebbe un grave danno per il Paese. Ma il segretario del PDL Alfano,. Ritirando il proprio sostegno al governo, ha garantito solo l’approvazione entro fine anno della legge di stabilità. La riforma delle province quindi rischia davvero di rimanere in mezzo al guado, producendo un caos istituzionale le cui conseguenze sono persino difficili da prevedere.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=772d1ad8-0c29-44dd-8f3d-a225dd2090bb&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *