“Legno e ingegno”, domani a Pontelagoscuro inaugurazione della mostra dedicata alle creazioni in legno di Peppe Paolini

Sarà inaugurata domani, sabato 18 dicembre alle 17 alla sala Nemesio Orsatti di Pontelagoscuro (via Risorgimento 4), la mostra “Legno e ingegno”, esposizione di centinaia di oggetti in legno creati da Peppe Paolini. Organizzata da Pro Loco Pontelagoscuro APS in collaborazione con AVIS Comunale di Ferrara la rassegna, che si avvale del patrocinio del Comune di Ferrara, sarà visitabile ad ingresso libero (con greenpass e con limitazioni per evitare assembramenti) dal 19 dicembre 1 al 9 gennaio 2022 negli orari 10 -12 e 16-19. L’inaugurazione avverrà nel rispetto norme covid.

L’ultima mostra alla Sala Nemesio Orsatti, prima della chiusura obbligata per pandemia, è stata allestita dall’8 febbraio all’1 marzo 2020. Esposte su tutti i tavoli erano centinaia di creazioni in legno plasmate con passione e ingegno da Peppe Paolini. Lo stesso Peppe Paolini che oggi ridona vita alla sala espositiva pontesana con tante altre opere in legno, frutto della combinazione tra un inesauribile ingegno e una innata passione, immutata dal trascorrere del tempo e impenetrabile a qualsiasi virus. La falegnameria di Peppe non si è mai fermata anche durante la pandemia: l’unico assembramento possibile tra quelle quattro mura è quello dei trucioli, di spezzoni di legno e degli attrezzi del mestiere. Luogo di per sé inospitale per gli estranei ma tanto ospitale per idee e creatività artigianale. Peppe propone oggetti nuovi e inediti rispetto alle altre esposizioni, tutti pezzi unici e diversi, ma tutti con due cose in comune: ‘legno e ingegno’.

Peppe Paolini è personaggio noto della sala Nemesio Orsatti. Le sue creazioni in legno hanno più volte ornato lo spazio espositivo pontesano negli ultimi anni, quasi un appuntamento fisso. Ne è la riprova che l’ultima mostra allestita prima della pandemia illustrava proprio le creazioni di Paolini. Peppe giura ogni volta che è l’ultima, ma alla fine non resiste e immancabilmente, al solito prima di Natale, arriva la richiesta: è libera la Sala Orsatti? La sua parlata inconfondibilmente marchigiana ci ricorda che il suo legame con la “Sementana” è vivissimo e d’altronde, vivendo a Pontelagoscuro, dove le Marche si respirano e…si mangiano, non potrebbe essere altrimenti. Vivissima anche la sua passione per il legno, che modella con abilità creando oggetti di ogni tipo con fine manualità. L’umanità di Peppe, il suo ardore, il suo amore per la terra natia infondono nelle sue mani un insieme di elementi che donano alle sue creazioni uniche la magia della semplicità. Il suo atelier è ricco di pipe, orologi, cornici, trottoline, miniature di credenze, tavolini, cassettiere, comò…un paradiso per gli amanti del mobilio…in scala ridotta. Che in questi giorni possono essere comodamente ammirati fuori dall’impenetrabile laboratorio di via della Pace.

Giuseppe Paolini è nato 80 anni fa alla “Sementana”, un minuscolo borgo nei pressi di Cabernardi, località del comune anconetano di Sassoferrato. Da qui, a partire dagli anni ’50, centinaia di lavoratori con le loro famiglie sono migrati a seguito dell’esaurimento della miniera di zolfo della Montecatini. Tra loro anche la famiglia di Giuseppe, trasferita a Pontelagoscuro nel 1954. proprio a Pontelagoscuro quasi 40 anni fa è fiorita in Peppe la grande passione per il legno le cui tecniche di lavorazione sono frutto di apprendimento autodidatta. I legni preferiti sono in primo luogo il noce, prediletto, il castagno, l’olivo, l’olmo, l’acacia. Il suo personale laboratorio, con attrezzature di vario genere, tra le quali anche un notevole tornio elettrico, è in via della Pace 102/a a Pontelagoscuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *