L’elettricità “salata” svuota portafogli imprese ferraresi

Bolletta della luce per le aziende cresciuta anche del 10 %, ma anche tanti altri casi legati agli incrementi dei costi dell’elettricità.

Si parlerà di questo ma anche del possibile risparmio sulla bolletta domani, mercoledì 14 a partire dalle ore 14.30, nel seminario organizzato dalla Camera di Commercio – in collaborazione con Unioncamere Emilia-Romagna e le associazioni di categoria – volto ad informare le 70 imprese ferraresi già accreditate sulle opportunità offerte dalla norma Uni/Cei En Iso 50001 per migliorare le prestazioni energetiche in azienda e ridurre i costi dei consumi di energia, sempre più cara agli imprenditori della provincia.

Secondo l’ultima rilevazione dell’Ente di Largo Castello, infatti, nel 2011 le bollette sono aumentate penalizzando, in particolare, i consumi elettrici nelle ore serali e notturne. Diversi gli esempi riportati dalla Camera di Commercio: per un negozio di vicinato, che richiede 35 MWh l’anno prevalentemente nelle ore diurne, la spesa è cresciuta del 10% circa. Ma un ristorante, la cui domanda di energia è pari a 150 MWh l’anno con rilevanti consumi anche di sera, ha sborsato in media il 13% in più rispetto a un contratto siglato negli anni precedenti al 2011. Considerando, invece, un’impresa metallurgica che produce a ciclo continuo su tre turni lavorativi e consuma 800 MWh ogni dodici mesi, la bolletta ha visto un incremento dell’8,5% circa.

“Le nostre imprese – spiega Carlo Alberto Roncarati, presidente della Camera di Commercio di Ferrara – pagano l’elettricità fino al doppio rispetto alla media degli altri paesi UE. Perfino nel confronto con la Polonia, che in termini di costo puro dell’elettricità ci insegue da vicino (-15%) ma infligge alle sue piccole medie imprese, con consumi comparabili, una frazione dei nostri oneri fiscali e parafiscali. Gli altri paesi, e la Germania è l’esempio lampante, distribuiscono questi oneri in maniera assai meno penalizzante per gli imprenditori, chiamati qui da noi a sopportare il peso di gran lunga più rilevante rispetto al tutte le altre categorie di consumatori. Ed è proprio da questa considerazione – conclude Roncarati – che prende le mosse il seminario di domani volto a supportare le imprese nella progressiva, indispensabile riduzione dei propri consumi di energia”.

La partecipazione all’incontro, nel corso del quale interverranno, in qualità di esperti, Daniela Gabellini, product manager di Cermet, Cosimo Marinosci, professore del Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di Bologna, e Leonardo Frabetti, amministratore delegato di LEf Group di Cento, è gratuita previa iscrizione on-line direttamente sul sito www.fe.camcom.it o inviando apposita scheda di iscrizione per mail [email protected] o fax 0532- 783850.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *