Leone Magiera presidente onorario del Teatro Comunale di Ferrara

Leone Magiera sarà nominato presidente onorario della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara.

Leone Magiera emozionato per la notizia della presidenza onoraria a Ferrara_Foto Marco Caselli NirmalLa notizia è stata annunciata ieri sera durante il Gran gala Giuseppe Verdi, la serata verdiana organizzata dalla Fondazione in collaborazione con il Comune, e verrà ufficializzata a settembre in un’occasione appositamente dedicata.

Direttore d’orchestra, insegnante di canto, maestro collaboratore a fianco dei più grandi direttori d’orchestra del mondo, primo tra tutti Herbert von Karajan, e musicista di assoluta levatura, in via straordinaria ieri a Ferrara Leone Magiera ha diretto l’orchestra e il coro in Va’ pensiero tratto da Nabucco. Per scelta non dirigeva da quindici anni, al tempo delle Olimpiadi invernali del 2006 a Torino, in quella che è passata alla storia come l’ultima apparizione pubblica di Luciano Pavarotti.

Foto tricolore del teatro di Ferrara_Foto Marco Caselli Nirmal“Questo teatro riceve un dono: a nome del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara – ha sottolineato nel vivo della serata Carlo Bergamasco, vice presidente del CdA della Fondazione – annuncio l’intento unanime di nominare il Maestro Magiera presidente onorario del Teatro Comunale di Ferrara, in forza dello statuto recentemente integrato e non appena i passaggi formali lo consentiranno. La collaborazione tra il Teatro Comunale e Leone Magiera proietta l’Abbado verso una prospettiva internazionale, che unirà produzioni artistiche di massimo livello a percorsi di valorizzazione dei più promettenti talenti giovanili”.

Leone Magiera emozionato per la notizia della presidenza onoraria a Ferrara_Foto Marco Caselli Nirmal“Ringraziamo il Maestro Leone Magiera per aver accettato la presidenza onoraria di questo teatro, gliene siamo molto debitori – sono state le parole del direttore Moni Ovadia, nel video intervento a conclusione dell’esibizione musicale e canora – Magiera è uno dei più grandi musicisti del secondo dopoguerra, straordinariamente versatile, geniale e ricco di umanità, apprezzato e noto in tutto il mondo”. Presenti alla serata anche il baritono Leo Nucci e il basso Michele Pertusi, che il direttore Ovadia ha voluto ringraziare perché “sono stati di una generosità toccante e non frequente”, “la magnifica orchestra e lo splendido coro, diretti dal Maestro Giampaolo Maria Bisanti, un grande direttore di cui udiremo molto parlare nel futuro”. Ovadia ha ringraziato anche “l’Amministrazione comunale, che è sempre vicina a noi, che ci dà la massima libertà e il massimo sostegno, anche questa è una rarità” e “ringrazio le persone venute a teatro, tra i più belli che esistano, perché è casa vostra, com’è casa degli artisti che si esibiscono, e della città internazionale che è Ferrara”.

Foto tricolore del teatro di Ferrara_Foto Marco Caselli NirmalLa serata ha visto anche le brillanti esibizioni del soprano Yulia Merkudinova e del tenore Dave Monaco – che a fine partita ha intonato per il pubblico gli acuti del Vincerò dall’aria Nessun dorma – con l’Orchestra Città di Ferrara diretta da Giampaolo Maria Bisanti, il Coro Polifonico di Santo Spirito diretto da Francesco Pinamonti e l’Accademia Corale Vittore Veneziani diretta da Teresa Auletta.

Non solo lirica a teatro. La serata di ieri ha unito lirica alla visione, per il pubblico presente, della finale che ha decretato la vittoria dell’Italia agli Europei. Per il direttore artistico Marcello Corvino “la cultura greca e quella latina ci hanno insegnato che lo sport è cultura – ribadisce Corvino – Il teatro è nato come tempio dell’arte e della socialità. Oggi più che mai è necessario che le persone si incontrino e condividano emozioni, in una dimensione civile, bella e partecipata, come è avvenuto celebrando un evento dalla portata sociale come la finale europea di calcio”. Su Magiera, forte è la soddisfazione: “Per noi la sua collaborazione è un onore grandissimo. I successi si sono già visti, con la produzione della Norma e la serata verdiana di ieri”.

Presente in sala, tra il pubblico di ieri, anche Michele Torpedine, manager di alcuni big della musica internazionale, e Micaela Magiera, figlia di Leone e Mirella Freni, la moglie Lidia La Marca e la figlia Eloisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *