Lettere dei condannati a morte della Resistenza e il film “Il giovane Pertini”, il 25 aprile di Telestense

Per ricordare il 75° anniversario della Liberazione Telestense manderà in onda alle 15.30 la lettura di Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana, un video realizzato da Telestense alcuni anni fa con la collaborazione degli allievi della Scuola di Teatro Fonè, diretta da Stefano Muroni e Massimo Malucelli.
La sera di sabato 25 aprile, alle 20.10 andrà in onda il film “Il giovane Pertini combattente per la libertà”, lungometraggio prodotto da Genoma Films per la regia di Giambattista Assanti con Dominique Sanda e Gabriele Greco. Prodotto nel 2019 dall’attore – produttore bolognese, Paolo Rossi Pisu, grazie al sostegno di Coop Alleanza 3.0, con il patrocinio del Comitato Provinciale A.N.P.I. di Bologna, il film, come sottolineato più volte dal regista e da Paolo Rossi Pisu, è stato realizzato soprattutto pensando ai ragazzi delle scuole che non hanno una memoria diretta né dell’ex presidente della Repubblica Sandro Pertini, né delle vicende raccontate dal film, dove un giovane avvocato “, illuminato dall’idea cardine socialista per la quale non c’è libertà senza giustizia sociale, e non c’è giustizia sociale senza libertà”. si oppone al regime fascista fin dall’inizio, e che per questo sconterà 14 anni di prigionia ed esilio Un giovane Pertini, dunque, proposto come modello alle giovani generazioni, testimonianza di impegno civile e di patriottismo. Alle 15.30

Un pensiero su “Lettere dei condannati a morte della Resistenza e il film “Il giovane Pertini”, il 25 aprile di Telestense

  • 22/04/2020 in 20:14
    Permalink

    Come autore del libro e della sceneggiatura del film “Il giovane Pertini combattente per la libertà” sono felice della proiezione nella mia città.
    stefano caretti ferrarese esule a Firenze
    ps. Chi fosse interessato il volume “Sandro Pertini combattente per la libertà” è stato distribuito da rcs in tutte le edicole.
    E sempre forza SPAL!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *