L’Europa in piazza Ariostea

Un unico evento, imperdibile che coinvolgerà Ferrara nel week end dal 21 al 23 settembre a due facce : “l’Europa in piazza Ariostea: profumi, sapori e colori dell’Europa nel centro storico di Ferrara” ed “Automotostoriche in centro storico”. Un unico obiettivo: valorizzare Ferrara il suo centro storico ed attrarre visitatori e turisti portandoli nella città estense. Un modo insomma per far conoscere ed apprezzare le caratteristiche ferraresi nell’ambito di iniziative di livello internazionale.

La simpatica manifestazione, alla sue seconda edizione, è promossa da Ascom Confcommercio Ferrara e dalla FIVA (Federazione Italiana Venditori Ambulanti) Confcommercio, e sarà un’ occasione unica per incontrare circa 120 ambulanti da ogni angolo d’Europa: sui banchi saranno presenti le più svariate categorie merceologiche dall’oggettistica alle più gustose specialità alimentari in grado di accontentare la ricerche dei gourmet più esigenti: dunque dalle golosità delle regioni italiane, ai salumi ed alle birre austriache, dai biscotti bretoni, dalla paella valenciana e catalana ad universo di birre bavaresi, tedesche, ceche alle mitiche guinness. E ci sarà spazio all’oggettistica con la porcellana inglese, l’artigianato in legno, le composizioni floreali, l’alta bigiotteria, la lavanda e tanto altro ancora.

“Si tratta di un ulteriore tassello nel percorso di valorizzazione turistico e commerciale del centro storico – spiega il presidente di Ascom Ferarra Giulio Felloni – con la proposta di eventi che possano essere un’attrazione interessante per i ferraresi e non solo. E’ una manifestazione che per le sue stesse caratteristiche e le sue atmosfere è un connubio tra l’Oktober Fest e le storiche sagre paesane. Un modo anche di avvicinarci idealmente a culture a luoghi anche distanti da noi ma comunque sotto il comune denominatore dell’Europa: un mercato internazionale per portare all’attenzione dei turisti anche le eccellenze di Ferrara”.

“Il mercato europeo è un’occasione per tutti di scoprire le tradizioni, gli usi e i costumi dei Paesi del vecchio Continente – commenta Matteo Musacci presidente Fipe Ascom – in un momento economico e sociale in cui la coesione tra popoli diviene uno degli elementi fondamentali per oltrepassare le difficoltà.

La Federazione dei Pubblici Esercizi parteciperà attivamente alla manifestazione, coinvolgendo ristoranti, osterie e trattorie della città, che daranno il loro omaggio alla cultura enogastronomica europea nelle brochure in distribuzione durante il mercato europeo, si potrà trovare l’elenco degli esercizi aderenti e la proposta di menù di ispirazione europea, dall’antipasto al dolce”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *