Liberazione: Porotto ricorda gli eccidi

Una storia che commuove tutt’oggi, a 67 anni di distanza. Il 25 marzo e il 21 aprile del 1945, quattro giorni prima della liberazione dell’Italia da parte dei partigiani e degli alleati, dieci giovani di Porotto e di Fondo Reno vennero uccisi dai nazifascisti.

Eccidi perpetrati nelle campagne limitrofi a Ferrara, eseguiti dopo che i ragazzi furono arrestati per aver distribuito volantini anti fascisti. Dopo la cerimonia del 21 aprile, oggi le istituzioni hanno voluto ricordare quei giovani morti nella strage diventata tristemente nota coma la strage dei “Dieci martiri”

Al cippo di via Tagliaferri c’erano anche dei rappresentanti dei comune di Galliera, paese di provenienza di uno dei caduti, Giorgio Malaguti.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/04/eccidi-porotto.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120425_05.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *