Licenziamento: la protesta di un dipendente di Area – VIDEO

Si chiama Paolo Casellato e fino alla scorsa settimana lavorava in Area, nel settore raccolta rifiuti, come autista: guidava i mezzi che quotidianamente si recano, strada per strada, a ad effettuare la raccolta dei rifiuti differenziati dai cittadini.

Lunedì l’azienda ha deciso di licenziarlo: per questo Casellato ha inscenato una protesta nel corso della cerimonia organizzata, al Palazzo del Governatore di Cento, per la nascita di Clara, la società di gestione dei rifiuti nata dalla fusione di Area e CMV Raccolta.

L’episodio che sta alla base della decisione dell’azienda risale allo scorso mese di novembre, ed è accaduto a Jolanda di Savoia, durante la raccolta dei rifiuti. Il collega che stava operando insieme a Casellato è caduto fuori dal camion proprio mentre il mezzo stava ripartendo: cadendo dal camion ha riportato danni di una certa gravità, tanto è vero che da novembre, secondo quanto riferito dall’azienda, è a casa in infortunio.

L’azienda, dopo aver effettuato una consulenza tecnica, ha sposato la tesi secondo cui l’incidente sarebbe stato causato da negligenza dell’autista: il licenziamento – è stato spiegato ai giornalisti dal direttore di AREA Raffaele Alessandri – si è reso necessario anche per tutelare la sicurezza degli altri lavoratori. Gli autisti, dice l’azienda, hanno importanti responsabilità in termini di sicurezza.

L’autista licenziato, al contrario, protesta la propria innocenza, sostiene che non vi fu negligenza e che la caduta fu un banale incidente, e farà opposizione contro il provvedimento dell’azienda assistito dal sindacato Funzione Pubblica CGIL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *