Apertura scuole: preparativi in corso al liceo classico Ariosto di Ferrara. Prime settimane di rodaggio – INT. preside Fedozzi

1600 studenti, un aumento di tre prime classi, 140 docenti, più il personale tecnico amministrativo e i collaboratori scolastici, figure chiave nella gestione della vita scolastica fuori dalle aule, dove sono i docenti a pilotare il processo di apprendimento.

Quattro indirizzi: classico, linguistico, scientifico e di scienze applicate e un unico obiettivo: creare le condizioni per avviare in sicurezza l’anno scolastico del dopo lockdown.

E’ il ritratto sintetico del Liceo  Ludovico Ariosto di Ferrara, dove questa mattina siamo stati ricevuti dalla Preside, che ci ha raccontato il lavoro fatto in questi mesi di chiusura della scuola, dalla didattica digitale agli esami di maturità, ai preparativi necessari per riaprire la scuola in sicurezza.

Martedì 1° settembre all'”Ariosto” il nuovo anno scolastico si aprirà con un collegio docenti, dove, dice la Preside, prof.ssa Isabella Fedozzi, “…concorderemo le azioni future con l’obiettivo, che ci ha guidato in questi mesi, di creare le condizioni per lavorare in sicurezza e , naturalmente, di lavorare, perseguendo le finalità proprie della scuola, luogo di incontro – per eccellenza – di adulti e ragazzi, che insieme si impegnano nella costruzione del sapere dei più giovani e nella formazione dei cittadini di domani.
Le prime due settimane saranno di rodaggio per verificare la tenuta delle misure messe in campo: dal distanziamento, all’igienizzazione, dagli accessi, che nel nostro Istituto ci permettono di giocare su 43 ingressi e su ampi corridoi di passaggio, all’uso degli ampi spazi esterni, che ci consentiranno, stagione permettendo, di fare intervalli all’aperto e di avviare subito un’attività fisica di cui i ragazzi, proprio per l’esuberanza dell’età, hanno bisogno.

“Sono tante le variabili da tenere sotto controllo, prima e soprattutto dopo l’inizio delle lezioni, dice la Preside,  tant’ è che le prime due settimane avremo lezioni in presenza per metà classe, mentre l’altra metà seguirà a distanza, secondo un programma a rotazione che consentirà di valutare la tenuta delle misure messe in campo per evitare i rischi del contagio”.

“In questa intensa attività di riflessione e lavoro, conclude la Preside, non siamo mai stati soli, ci siamo confrontati, infatti,  a vari livelli con altre scuole, con l’Ufficio scolastico provinciale, ex Provveditorato agli Studi e con l’Ufficio scolastico regionale, longa manus del Ministero.”

Dalia Bighinati 

(continua)

One thought on “Apertura scuole: preparativi in corso al liceo classico Ariosto di Ferrara. Prime settimane di rodaggio – INT. preside Fedozzi

  • 01/09/2020 in 23:23
    Permalink

    Avete dimenticato scienze umane con indirizzo socio economico.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *