Lotta ai mozziconi di sigaretta: Comune e Hera insieme con la nuova campagna

È dedicata alla “Lotta ai mozziconi di sigaretta: Comune e Hera insieme con la nuova campagna per il decoro urbano” l’iniziativa che è stata presentata questo lunedì 11 aprile nella residenza municipale di Ferrara.e che vedrà la messa in evidenza di alcune centinaia di cestoni stradali destinati ai piccoli rifiuti, sui quali verrà posta un’indicazione che invita all’utilizzo per i mozziconi (con il messaggio “Gettala qui”) e l’accompagnamento di una grafica che sollecita a non abbandonare in strada quel che resta delle sigarette.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti l’assessore all’Ambiente Alessandro Balboni, il responsabile dei Servizi Ambientali del Gruppo Hera Ferrara Ciro Lelli e Sandro Berghi dei Servizi ambientali Hera e la coordinatrice del Centro Idea del Comune Elisabetta Martinelli.

“La metà dell’inquinamento da plastica nel Mar Mediterraneo – ha sottolineato l’assessore all’Ambiente Alessandro Balboni – è dovuta ai mozziconi di sigaretta, perciò impegnarsi per gettarli via in modo corretto non è un gesto banale o scontato. Gettare il mozzicone nel tombino non va bene, perché da lì va a finire nell’ecosistema e spesso nella catena alimentare. Abbiamo quindi un dovere morale ed etico non solo nei confronti del decoro della città, ma anche verso l’ambiente e la natura. Questa iniziativa vale per tutta Ferrara e si inserisce nell’adesione del Sindaco alla campagna di Striscia alla Notizia del 2019. Da allora abbiamo realizzato diverse campagne in città volte alla sensibilizzazione sull’abbandono dei mozziconi di sigaretta e su quello che è il corretto conferimento del mozzicone. In questo caso verranno apposti 200 adesivi su 200 cestini cittadini, in modo da rendere ben visibile e chiaro il posto dove vanno gettati. Per la ricorrenza della Giornata della Terra che cade il prossimo 22 aprile, inoltre, intendiamo coinvolgere tutte le associazioni ambientaliste del nostro territorio per una grande raccolta di mozziconi in piazza e nelle vie del centro. Sarà un grande appuntamento di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza, con anche una valenza ambientale concreta. Questo ennesimo evento dimostra il grande impegno di questa amministrazione sul tema, in coerenza con l’impegno preso'”.

“L’iniziativa – ha spiegato Ciro Lelli di Hera – prevede l’utilizzo di una macchina con una sorta di proboscide che va a risucchiare i mozziconi tra gli interstizi della nostra pavimentazione. Proprio a fronte delle difficoltà causate dalla pavimentazione, già nell’ultimo semestre del 2021 abbiamo previsto in via sperimentale l’uso di questa macchina per la pulizia, che continua ad essere utilizzata anche quest’anno, e che va dove il normale spazzamento non arriva. Inizialmente l’abbiamo fatta circolare sono in due settori centrali ma prevediamo di allargare il suo utilizzo a tutto il centro storico”.

“Questa campagna di sensibilizzazione sulla raccolta dei mozziconi – ha quindi concluso Sandro Berghi di Hera – vuole mettere l’accento sul tema dell’abbandono dei mozziconi che apparentemente sembrano poco inquinanti ma, in realtà, vengono abbandonati a milioni ogni anno. Per il loro conferimento su tutto il territorio comunale sono a disposizione 1.500 cestini”.

I mozziconi – è stato spiegato – impiegano da 1 a 5 anni per degradarsi e in un anno, solo sul territorio comunale di Ferrara, ne vengono raccolti a milioni, pari a diverse tonnellate, tenuto conto che dal punto di vista numerico un chilo di mozziconi equivale circa a 1700 “cicche”. Sono inoltre un rifiuto difficile da rimuovere, poiché spesso rimangono incastrati negli interstizi dove le scope e le spazzatrici faticano ad arrivare. Anche per questo motivo, sempre in accordo con l’Amministrazione comunale, il Gruppo Hera da qualche mese si è dotato di uno speciale mezzo che, grazie ad un sistema di aspirazione specificamente progettato, è in grado di rimuovere i mozziconi anche dalle superfici più difficili, come le pavimentazioni delle vie acciottolate. Dopo una fase sperimentale, la macchina “aspiracicche” è ora strutturalmente operativa in città.

Lotta ai mozziconi di sigaretta: Hera e Comune insieme con la nuova campagna per il decoro urbano. Al via la campagna “Gettala qui” promossa dall’Amministrazione comunale e dal Gruppo Hera per contrastare il fenomeno dell’abbandono di mozziconi di sigarette in strada. Per promuovere il messaggio, i cestoni stradali della città dotati di posacenere saranno personalizzati con una grafica dedicata

Arriva tra le strade della città di Ferrara una nuova campagna a tutela del decoro urbano, volta in particolare a contrastare un fenomeno di fin troppo diffuso, l’abbandono in strada dei mozziconi. Nell’ambito di questa iniziativa, alcune centinaia di cestoni stradali – i noti contenitori per i piccoli rifiuti da passeggio come cartacce, chewing gum o, appunto, cicche – verranno arricchiti da un messaggio che non lascia alcun dubbio, “Gettala qui”, e da una grafica che invita a non abbandonare in strada quel che resta delle sigarette.

Infatti, questa è un’abitudine decisamente poco civile, forse favorita dall’impressione che si tratti di un gesto senza conseguenze, vista la ridotta dimensione dei mozziconi. Nulla di più sbagliato: benché il carico nocivo di ogni singola cicca sia relativamente basso, nell’ordine dei microgrammi, l’elevata quantità di questo rifiuto abbandonato nell’ambiente rappresenta un’emergenza alla quale porre rimedio, considerando che poi finiscono nella rete fognaria e nel mare.

Dal punto di vista numerico i mozziconi – che impiegano da 1 a 5 anni per degradarsi – rappresentano la frazione più numerosa della spazzatura prodotta annualmente nel mondo. Si stima che ogni giorno in Italia ne vengano abbandonati circa 195 milioni e che quasi la metà dei rifiuti non biodegradabili nel mar Mediterraneo siano proprio mozziconi di sigaretta.

Ma si tratta di un fenomeno importante anche a livello locale. Per avere un’idea dei numeri, basti considerare che un chilo di mozziconi equivale circa a 1700 “cicche”, e che in un anno, solo sul territorio comunale di Ferrara, ne vengono raccolti a milioni, pari a diverse tonnellate.

Gettare a terra un mozzicone di sigaretta, inoltre, aumenta il degrado della città e trasmette un senso di sporcizia. Sono inoltre un rifiuto difficile da rimuovere, poiché spesso rimangono incastrati negli interstizi dove le scope e le spazzatrici faticano ad arrivare.

Anche per questo motivo, sempre in accordo con l’Amministrazione comunale, da qualche mese il Gruppo Hera si è dotato di uno speciale mezzo che, grazie ad un sistema di aspirazione specificamente progettato, è in grado di rimuovere i mozziconi anche dalle superfici più difficili, come le pavimentazioni delle vie acciottolate. Dopo una fase sperimentale, la macchina “aspiracicche” è ora strutturalmente operativa in città.

“Per la ricorrenza della Giornata della Terra, – spiega l’Assessore all’Ambiente Alessandro Balboni – che cade il prossimo 22 aprile, intendiamo coinvolgere tutte le associazioni ambientaliste del nostro territorio per una grande raccolta di mozziconi nelle vie del centro. Sarà un grande appuntamento di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza ma anche con una valenza ambientale concreta. Questo ennesimo evento dimostra il grande impegno di questa amministrazione sul tema: siamo rimasti fedeli all’impegno preso con la trasmissione ‘Striscia La Notizia’”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.