Lucia Borgonzoni presenta i civici a Ferrara e affronta i casi “Solaroli” e “Jolanda di Savoia”

La candidata a Presidente della Regione Emilia-Romagna del centro-destra Lucia Borgonzoni ha fatto tappa a Ferrara. Il punto di ritrovo è avvenuto in zona GAD, al Caffè Venezia di Viale Po, a supporto dei civici che la sostengono.

Con lei, anche il sindaco di Cento Fabrizio Toselli che ha sottolineato di non essere candidato, ma semplicemente di sostenere le proposte messe in campo dalla Rete Civica.

Diversi i temi affrontati dalla candidata, da quelli regionali, evidenziati anche nel confronto della giornata precedente con il candidato Stefano Bonaccini, fino a casi locali a partire da quello relativo al consigliere leghista Stefano Solaroli.

Immediato poi il richiamo alla presunta dichiarazione dell’attuale Presidente Bonaccini che avrebbe penalizzato collaborazioni con Jolanda di Savoia, in seguito alla candidatura della vice-sindaca Trombin nella civica della Borgonzoni.

Con la lista civica in particolare, Lucia Borgonzoni fa leva sugli indecisi, sostenendo l’alternanza per il bene della Regione e sottolineando la meritocrazia alla base delle proprie regole.

La lista Rete Civica per Borgonzoni Presidente sostiene la candidata da un’ottica esterna a quella dei partiti. Lo sottolineano con convinzione i candidati locali, presenti in mattinata con Lucia Borgonzoni e che hanno spiegato così il motivo del loro sostegno.

Candidati con Giorgio Ferroni e Riccardo Forni nella lista Rete Civica per Borgonzoni Presidente sono anche il vice-sindaco di Jolanda di Savoia Elisa Trombin e l’ex presidente della Pro Loco di Goro Laura Beccari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *