Lunedì 9 gennaio prima giornata dell’epilessia

imagesL’Epilessia è una malattia neurologica che si esprime in forme molto diverse tra loro.

In media, ne soffre una persona su cento, con circa 6 milioni di persone in Europa e circa 500.000 in Italia, con 30.000 nuovi casi l’anno.

Ed e’ proprio a causa della sua diffusione che l’organizzazione Mondiale della Sanità la riconosce come malattia sociale. In Italia quest’anno il 9 febbraio si celebra la prima Giornata Internazionale dell’Epilessia, il più grande evento internazionale dedicato all’epilessia, organizzato dall’IBE (International Bureau of Epilespy) e dalla ILAE (International League against epilepsy), in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO), che vede il coinvolgimento di 138 paesi aderenti all’IBE e all’ILAE.

A partire da quest’anno, la Giornata si svolgerà ogni secondo lunedì di febbraio e prevederà numerose iniziative in diversi paesi e attività volte a migliorare la conoscenza sulla malattia, abbattere i pregiudizi che affliggono i pazienti e raccogliere fondi per migliorare la ricerca scientifica. La LICE (Lega Italiana contro l’Epilessia), la società scientifica che in Italia riunisce i medici epilettologi, aderisce all’ ILAE (International Leeague against Epilepsy) ed insieme all’IBE promuove da molti anni campagne informative sul territorio nazionale ed una serie di iniziative volte a divulgare una corretta informazione e a contrastare pregiudizi e discriminazione per i pazienti con epilessia. Attraverso la sua Fondazione (Fondazione Epilessia LICE), quest’anno la LICE ha lanciato la campagna “La mia epilessia, il mio video”, iniziativa mirata a raccogliere le video testimonianze di pazienti e familiari, invitando loro a raccontare la propria storia nella lotta quotidiana contro questa patologia.

Questa campagna ha l’obiettivo di aiutare le persone che soffrono di epilessia ad uscire dall’ombra, raccontare la loro esperienza e contribuire, in questo modo, a sconfiggere i pregiudizi sociali che ruotano attorno alla malattia. Per maggiori dettagli, consulta i siti Internet: www.lice.it; www.fondazioneepilessialice.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.