M5S contro la pesca di frodo – VIDEO

Vittorio Ferraresi, deputato M5S
Vittorio Ferraresi, deputato M5S

La pesca di frodo produce danni ambientali incalcolabili al nostro territorio: ogni settimana, 90-100 quintali di pesce vengono estratti con sistemi illegali dalle acque del Po.

Lo denuncia il Movimento cinque stelle, che al salone della pesca Carpshow in corso a Ferrara Fiere ha avanzato una proposta per affrontare in tempi rapidi il fenomeno della pesca di frodo e del bracconaggio lungo il PO: si tratta di introdurre norme e sanzioni più severe, anche penali e non solo amministrative, senza formulare un nuovo disegno di legge,che richiederebbe troppo tempo per essere approvato, ma modificando la legge sulla pesca in mare in discussone in commissione agricoltura alla camera. Intanto, il movimento cinque stelle chiede che venga potenziato l’organico della polizia provinciale, che nella tutela del territorio dai reati ambientali ha il proprio compito fondamentale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.