M5S: fondi per imprese e professionisti

danni-aziende-terremoto-imhErogare finanziamenti per il fondo nazionale a sostengo dei lavori autonomi delle zone colpite dal terremoto. È la richiesta che avanzano, con un a interrogazione rivolta al governo, quattro rappresentanti emiliane del Movimento Cinque Stelle al Senato.

Secondo le senatrici cinque stelle, il fondo istituito con il decreto legge 74 del 2012, non è mai stato realmente finanziato, lasciando praticamente senza alcun aiuto i lavoratori autonomi e titolari di partite IVA che operano nelle zone colpite tra Modena, Ferrara, Reggio Emilia e Bologna.

Ma le senatrici cinque stelle si spingono anche oltre, e chiedono che nelle aree colpite dal sisma dell’Emilia venga sospesa la validità dei cosiddetti studi di settore. I parlamentari cinque stelle fanno dunque propria, in questo modo, una richiesta formulata anche da diverse associazioni di categoria.

Gli studi di settore fissano dei parametri sulla base dei quali individuare la capacità contributiva di un’azienda: in pratica, quante tasse, euro più, euro meno, deve pagare. Ma il terremoto dicono le piccole e medie imprese, ed ora anche i grillini, ha fatto saltare tutti i parametri, e ha messo in grande difficoltà le imprese. Quindi è necessario un lungo periodo, almeno due anni, di clemenza fiscale per le aziende.

Intanto la regione ha erogato 3 milioni e ottocentomila euro, con un ordinanza del presidente Errani, che serviranno a coprire le spese sanitarie sostenute dalle Aziende Usl e ospedaliere di Modena e Ferrara dopo il terremoto, nel periodo dal 20 maggio al 28 luglio.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *