Po: attivata fase preallarme secondo colmo piena

06 piena po-1

Un unico e prolungato colmo di piena su livelli di criticità moderata, anche se i valori massimi previsti potranno localmente superare la soglia 3, quella di criticità elevata. E’ quanto succederà nelle prossime ore nel tratto del fiume Po da Boretto al Delta. Una situazione che si è determinata dall’acqua che il grande fiume ha ricevuto in questi giorni dai grandi laghi(Maggiore, Como, Iseo, Garda) lungo gli affluente e provocherà un ulteriore innalzamento dei livelli idrometrici, che persisteranno per un lungo periodo su tutta l’asta fluviale del fiume.

In base alle “valutazioni previsionali di Aipo e del Centro funzionale Arpa-Simc a Ferrara, dove sta transitando in queste ore la prima parte della piena si assisterà ad ulteriori innalzamenti dei livelli idrometrici.

Una situazione tuttavia sotto controllo: non si prevede infatti l’invasione dell’acqua nelle golene chiuse ma solo nelle aree aperte. Per questo motivo le strutture, compresi i percorsi ciclo-pedonali che si trovano in queste aree potrebbero essere interessate dalla piena. A Borgoforte il colmo della seconda piena è previsto per giovedì, con valori superiori alla soglia 3, piena che arriverà a Pontelagoscuro nel fine settimana

Intanto è stata attivata dalla Protezione Civile dell’Emilia-Romagna la fase di attenzione anche per la piena del Panaro nell’area del comune di Bondeno. “Il transito della piena del fiume Po – si legge in una nota – sta determinando effetti di rigurgito nella sezione valliva del fiume con il conseguente innalzamento del livello idrometrico nella sezione di Bondeno”. A causa degli innalzamenti dei livelli idrometrici, sottolinea la Protezione Civile, “potrebbero verificarsi modesti danni alle attività agricole in prossimità dei corsi d’acqua e ai cantieri di lavoro presenti in alveo.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.