Manganelli ai vigili: lettera FP-Cgil a Comandante Trentini

05 manganelli vitali trentini

Continua a far discutere, a Ferrara, la scelta di dotare di manganelli i vigili urbani. Dopo il Sap di Ferrara, il sindacato autonomo di polizia, oggi interviene anche la funzione pubblica della Cgil.

Una lettera aperta alla comandante della polizia municipale di Ferrara, Laura Trentini, affinché chieda giunta comunale di fare un passo indietro e ripensare alle dotazioni (bastoni estensibili e tonfa) da affidare ai vigili urbani per l’autodifesa.

E’ quella inviata dalla funzione pubblica della Cgil di Ferrara nella quale viene inoltre sottolineato che “mai è stata avanzata da parte dei vigili urbani la richiesta di essere dotati di manganelli e nemmeno si comprendono le ragioni per cui sia stato richiesto un impegno alla giunta comunale di questa natura”. La Funziona Pubblica, nella persona di Natale Vitali ricorda che, in quanto organizzazione sindacale, “la Cgil fosse tra coloro ad aver chiesto all’amministrazione comunale di dotare i vigili di strumenti utili al loro lavoro: guanti anti taglio e altri strumenti per non offendere, ma a garantire l’incolumità dei vigili che operano in città”. Per questo era stata anche istituita una commissione tecnica, continua Vitali, composta da personale della polizia municipale (della quale avrebbero fatto parte anche comandante e vicecomandante); commissione che avrebbe avuto il compito di fare proposte chiare su quale fosse la dotazione ottimale per i vigili”.

Il sindaco Tagliani ribadisce che la scelta della giunta estense è da ricondurre alla richiesta dei vigili urbani per lavorare nella migliore sicurezza e di essere dotati di strumenti di difesa personale. “Abbiamo detto di no ai vigili ‘armati’ nella nostra città, a differenza di quanto succede in altri capoluoghi regionale. La decisione della giunta è una modifica al regolamento adottato un anno fa”

“Dotare la polizia municipale di manganelli, continua Vitali, non rende onore a Ferrara: i vigili, si sa non stanno simpatici a tutti, non sono esaltati ma professionisti, conclude l’esponente della funzione pubblica, che ogni giorno tentano di fare al meglio il loro mestiere”.

La palla ora passa alla comandante del corpo di polizia municipale.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *