Manganelli ai vigili, sindaco: “solo confusione”

01 PD lancia Tagliani bis

Non sono armi ma distanziatori e le esternazioni degli ultimi giorni dimostrano che sulla decisione della giunta di dotare i vigili urbani di nuovi strumenti per poter esercitare la loro attività, soprattutto in zone difficili come l’area della stazione, è stata fatta molta confusione.

Il sindaco Tagliani va avanti sulla decisione di dare in dotazione al suo corpo dei vigili urbani i distanziatori e manda a dire ai sindacati, vedi il Sap della polizia di stato, prima e di Cgil poi, di documentarsi meglio. La dotazioni per i vigili urbani, sostiene il sindaco,non è un qualcosa che si può decidere a casaccio ma deve essere presa, in base a quanto prevede un regolamento regionale ben preciso …

I distanziatori insomma, sostiene il sindaco, non sono armi, quelle come i manganelli – dice Tagliani – spettano alle altre forze dell’ordine.

I nuovi dispositivi, inoltre, sottolineando il rispetto dei passaggi istituzionali di una decisione, saranno acquistati e adottati solo dopo il passaggio in consiglio comunale.

Strumenti, spiega ancora il primo cittadino che saranno di colore bianco e con catarifrangente, che dovranno servire anche per salvaguardare il personale di polizia municipale, soprattutto per quello che dovrà operare nel comando zona centro che alla fine di settembre avrà la nuova sede in via IV Novembre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *