Manifestazione contro gestione palaspecchi e accoglienza profughi – VIDEO

manifestazione-lega-insorgenti-immigrati-1

Manifestazione della Lega Nord, ieri sera, tra la stazione ferroviaria e il centro storico: la Lega scende in piazza per protestare ancora una volta contro la gestione del caso Palaspecchi; ma si è parlato anche di ordine pubblico e di immigrazione.

Erano una sessantina, forse settanta, i partecipanti alla manifestazione organizzata dalla lega nord venerdì sera, con l’obiettivo dichiarato di tenere accesi i riflettori sul caso Palaspecchi. In testa al corteo il capogruppo Leghista in Consiglio regionale Alan Fabbri e Nicola Lodi, responsabile sicurezza della Lega Nord. Non mancava una rappresentanza degli Insorgenti, un movimento civico e politico attivo in città da circa tre anni.

 

 

 

“Scendiamo in piazza è stato detto mentre il corteo lasciava l’area della stazione – per protestare contro le scelte di questa amministrazione, che pochi giorni ha commesso l’ennesimo sgarbi nei conforonti dei propri cittadini concedendo l’ennesima proroga alla società proprietaria del Palaspecchi: 45 giorni in più per effettuare la bonifica”. Ma non sono mancati anche riferimenti alla situazione della zona GAD: “Ormai è un quartiere – ha detto Lodi mentre il corteo si snodava sotto il Castello estense – in cui i criminali si prendono addirittura gioco delle forze dell’ordine”.

Alla fine il corteo è arrivato in piazza Trento e Trieste dove si è tenuto un breve comizio sotto la pioggia, e dove si è arrivati a trattare il tema immigrazione: “noi siamo per la legalità – ha detto il capogruppo leghista Alan Fabbri – ma l’accoglienza gestita come accade oggi in Italia non va bene. Per questo non accettiamo e non accetteremo profughi nei territori che amministriamo, a partire da Bondeno.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *