Manifestazione per San Camillo, organizzatori: “Eravamo in 500”

ospedale-sancamilloErano circa cinquecento, secondo gli organizzatori, i partecipanti al corteo promosso ieri sera nelle vie della città lagunare dalla Consulta popolare per il San Camillo. Obiettivo della manifestazione, come spiega il portavoce della consulta Manrico Mezzogori, mettere in guardia i cittadini di Comacchio da un lato, la politica dall’altro: “non vogliamo che il San Camillo sa toccato – dice Mezzogori – né che si tocchi il suo pronto Soccorso. La politica lo deve sapere, e i comacchiesi devono essere pronti a intervenire, se sarà necessario, a difesa del loro ospedale.

Mezzogori, come organizzatore, si dice soddisfatto: “al corteo ha partecipato anche il sindaco con fascia tricolore, la giunta e buona parte del consiglio comunale; naturalmente – aggiunge Mezzogori – non il PD”.

“Da oltre un anno – conclude il portavoce della consulta – attendiamo di affrontare questi temi a colloquio diretto con il presidente Errani”.

Il corteo nelle vie centrali di Comacchio si è concluso con la presentazione di una serie di video che hanno ripercorso le proteste e gli scontri di questi anni sul futuro del San Camillo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *