Manifestazione sportive, Consulta Sport: “Questionario agli organizzatori per gli eventi”

“Al più presto faremo compilare un questionario agli organizzatori di manifestazioni sportive per capire la situazione attuale degli eventi, quelli già sospesi, quelli a rischio e riprogrammare al meglio le risorse destinate” E’ quanto affermato dal Sindaco di Ferrara, Alan Fabbri durante la seduta della Consulta dello Sport che si è svolta questa mattina, sabato 7 marzo 2020 nella sala del Consiglio comunale, convocata dallo stesso Sindaco e dall’Assessore allo Sport Andrea Maggi.

Tema all’ordine del giorno l’analisi e la valutazione dei recenti provvedimenti emanati dalle Autorità a seguito dell’emergenza Coronavirus e le possibili ricadute sul sistema sportivo cittadino. Al centro della discussione il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che dispone circa gli eventi e le competizioni sportive, lo sport di base e le attività motorie in genere svolte sia all’aperto sia all’interno di piscine, palestre e centri sportivi.

All’incontro hanno partecipato, oltre al sindaco Fabbri e all’assessore comunale Maggi, il presidente della Commissione Sport del Comune Ciriaco Minichiello, il consigliere comunale Simone Merli, Fabrizio Berveglieri (C.S.A.I.N.), Romano Becchetti (A.S.I.), Enrico Venturini (C.S.I.9), Giovanni Admo Rossi (Delegato dell’Assessore) Gianni Mazzoni (UNIFE), Monica Baglioni (ENDAS), Enrico Balestra (UISP), Cinzia Morelli (AICS), Maria Grazia Marangoni (Ufficio Scolastico Provinciale).

Proficuo il confronto di idee e riflessioni tra amministratori e rappresentanti degli Enti di promozione sportiva, tutti concordi nell’affermare la difficoltà del momento e nella necessità di richiamarsi al senso di responsabilità nel dettato della legge.

Dal canto suo secondo Andrea Maggi ha sottolineato come “il mondo sportivo ferrarese sta dando forti messaggi di responsabilità”. Di fronte ad un evento nuovo, non programmato e di cui al momento non si conosce l’evoluzione, è necessaria una azione coordinata di informazione, usando soprattutto, in aggiunta alle raccomandazioni previste dalla legge, anche il buon senso e le più elementari norme di igiene”. Possibili, nel fine settimana, ulteriori provvedimenti del Governo e della Regione, ma la città è unita e pronta a superare insieme questo momento difficile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *