Marco Fabbri si congeda da Presidente del Parco del Delta del Po

Marco Fabbri

Marco Fabbri si è dimesso da Presidente del Parco del Delta del Po, oltre che da sindaco di Comacchio, in seguito all’elezione a Consigliere Regionale. Un percorso iniziato il 15 settembre 2017 e di cui il Presidente dimissionario traccia un bilancio, guardando però al futuro su quello che reputa essere il tema più importante: il Parco Unico. Un progetto ancora non realizzato e su cui Fabbri auspica di poter superare le difficoltà incontrate fino ad oggi.

“C’è bisogno di ridefinire il ruolo futuro del Parco e personalmente non ho ancora rinunciato allo sviluppo del Parco Unico definito nell’emendamento “Franceschini” – sostiene – nell’immediato però, il mio impegno come consigliere regionale, sarà quello di sollecitare la revisione della Legge regionale sulle macroaree. Legge perfettibile per le altre realtà, ma dalla quale il Delta del Po va escluso per le sue specificità e peculiarità. Per il Delta serve una attenzione ad hoc.

Conto di farlo – conclude nel percorso per la definizione di un Patto per il Delta del Po o di una legge speciale sulla quale, anche Bonaccini, nell’ambito del nuovo Patto per il Lavoro, si è impegnato in campagna elettorale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *