Martina Bagnoli, Direttrice Gallerie Estensi eletta Presidente della Fondazione Europeana – VIDEO

Martina Bagnoli, direttrice delle Gallerie Estensi dall’estate 2015  è stata eletta  a metà dicembre 2021 Presidente della Fondazione Europeana, di cui entrerà a far parte del Consiglio di Sorveglianza come Presidente nel febbraio 2022. 

La Fondazione Europeana è l’organizzazione indipendente che gestisce la piattaforma digitale  Europeana con lo scopo di mettere a frutto il patrimonio culturale nel mondo.

Dirige le Gallerie Estensi dall’agosto del 2015, dopo essere stata scelta da una commissione del Ministero della cultura fra 1200 partecipanti alla selezione internazionale voluta da Dario Franceschini per  scegliere i 20 direttori – manager dei grandi poli museali autonomi individuati dalla riforma ministeriale.

Martina Bagnoli è la donna  ai vertici di un  polo museale che comprende il Palazzo dei Musei di Modena, La Pinacoteca nazionale di Ferrara e il Palazzo ducale di Sassuolo, tre sedi prestigiose e cinque realtà museali e bibliotecarie di cui lei ha rivoluzionato, grazie anche all’esperienza maturata in circa vent’anni di carriera in prestigiosi musei statunitensi, il rapporto con il pubblico, che ha messo  al centro delle politiche museali, spalancando le porte di austere istituzioni ai non addetti ai lavori secondo un principio di democrazia culturale  riconosciuto di recente anche dalla Convenzione di Faro dell’Unesco.

All’arrivo della pandemia, del lockdown e dell’obbligo di tenere i visitatori fuori dal museo o di centellinarne l’entrata per evitare rischi di contagio, Martina Bagnoli ha deciso con il suo staff di https://edl.beniculturali.it/home/cover
mettere online 700mila pagine tra manoscritti e libri rari. della  Biblioteca Universitaria Estense di Modena, Consultabili da tutti, vale a dire circa ottomila documenti antichi catalogati e digitalizzati – manoscritti, libri antichi, fondi musicali e fondi cartografici, ora presenti  nella Estense Digital Library, l’avatar virtuale della Biblioteca Estense. Lo standard IIIF (International Image Interoperability Framework) usato per la digitalizzazione ad altissima definizione la rende uno strumento al momento unico in Italia (con la Biblioteca Apostolica Vaticana): l’IIIF permette di riprodurre, annotare, comparare, creare “liste” e creare “storie”, e condividerle (anche sui social) con pochi passaggi.

E’ arrivato, quindi, come un meritato riconoscimento della modernizzazione del patrimonio culturale estense avvitato da Martina Bagnoli in questo sei anni la nomina a Presidente della Fondazione Europeana, di cui la direttrice della Pinacoteca nazionale di Palazzo dei Diamanti entrerà a far parte del Consiglio di Sorveglianza come Presidente nel febbraio 2022. Salutata al suo rientro in Italia dagli States come una ex cervello in fuga, Martina Bagnoli acquista con questa nomina il ruolo di apripista italiano dell’ accesso al patrimonio culturale digitale europeo e mondiale.

Dalia Bighinati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.