MARTINA LO BIUNDO: l’emozione del ritorno in campo

Finalmente la ripresa dell’attività agonistica per l’atleta dell’Ariosto, dopo i due infortuni della passata stagione

“Tornare in campo è sempre emozionante”. Ed è un rientro davvero speciale in casa Ariosto Pallamano Ferrara per Martina Lo Biundo, classe 1997. “Sono stata ferma un mese – da ottobre a novembre 2020 – a causa della rottura del legamento alla caviglia sinistra, mentre per una lesione al polpaccio destro da febbraio a maggio 2021”, incalza l’ala sinistra. “Gli infortuni sono stati sicuramente inaspettati e qualcosa di difficile da digerire: inizialmente, il dispiacere di non poter più tornare in campo e di dover guardare le mie compagne da fuori, è stato grande. Poi – piano piano – ho metabolizzato la cosa e mi sono concentrata più sul recupero e sulla riabilitazione con l’obiettivo di tornare a giocare il prima possibile. Con lo staff medico abbiamo lavorato tanti mesi (anche quest’estate) per arrivare nella miglior condizione possibile alla preparazione di agosto, adesso mi alleno regolarmente con il resto del gruppo”. Martina Lo Biundo inizia a giocare a pallamano all’età di otto anni. “A parte due stagioni con l’Handball Estense, ho sempre giocato con l’Ariosto”, le sue parole. Ora – finalmente – a parlare saranno nuovamente i fatti. “Le amichevoli che stiamo disputando in preparazione sono, per me, fondamentali per riprendere fiducia e confidenza con il campo, in vista del campionato che inizia l’undici settembre”. L’ obiettivo? “Migliorare il settimo posto della scorsa stagione: l’organico è rimasto più o meno intatto rispetto a quello dello scorso anno, a cui si sono aggiunti innesti giovani e promettenti che daranno sicuramente un contributo importante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.