Mattarella in Emilia, a cinque anni dal sisma

Il 29 maggio 2012 l’Emilia veniva colpita da una seconda violenta scossa di terremoto che, a distanza di nove giorni, provocò vittime e crolli, soprattutto nella zona del centese e della bassa modenese. A distanza di 5 anni, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha fatto tappa a Mirandola, dove ha partecipato ad un convegno sulla ricostruzione, ed a Pieve di Cento, dove ha inaugurato la “Casa della musica” di fronte ad autorità, ma soprattutto centinaia di bambini che l’hanno accolto cantando l’Inno di Mameli.

Una giornata storica, che il Presidente della Repubblica ha definito importante non solo o non tanto per la ricostruzione, ma per la coesione sociale che questa ha comportato.

Alla presenza dei segretari regionali delle principali delegazioni sindacali, di Confindustria Emilia Romagna e di rappresentanze del mondo politico e religioso, Mattarella ha ribadito che è proprio la comunità intera ad essere la base della ricostruzione e della rinascita.

La cerimonia si è conclusa con la benedizione di Monsignor Zuppi, Arcivescovo di Bologna, a cui è seguita la visita delle sale della nuova Casa della Musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *