Esami di Stato al via, oltre 2600 i maturandi ferraresi

Più di 32mila studenti in Emilia Romagna saranno chiamati ad affrontare domani la prova di italiano.

In provincia di Ferrara i maturandi sono 2684.

Oltre mezzo milione di studenti, in tutta Italia, domani mattina alle 8.30 affronteranno la prima prova degli esami di Stato, ovvero lo scritto d’italiano.

In provincia di Ferrara i maturandi saranno 2684, 1237 nei Licei, 861 negli Istituti Tecnici, e 623 in quelli Professionali. 63 saranno invece le commissioni che saranno chiamate ad esaminarli.

In Emilia Romagna quest’anno gli studenti che affronteranno la maturità saranno in tutto 32.207, circa 350 in più rispetto all’anno scorso. I numeri più alti si registrano, come nel 2016, nelle province di Bologna e Modena, con rispettivamente 6343 e 5483 alunni.

Dunque domani mattina, dopo le procedure iniziali d’identificazione e controllo degli studenti (compresa la consegna di smartphone e tablet) verrà consegnato ai candidati il plico contenente le tracce della prima prova. Si dovrà scegliere tra le diverse tipologie A – analisi del testo; B – saggio breve/articolo di giornale; C – tema storico; D – tema di attualità. I maturandi avranno 6 ore dal momento della consegna delle tracce per svolgere il testo, con un tempo minimo di 3 ore dall’inizio della prova.

Giovedì 22 giugno sarà la volta della seconda prova specifica per ogni indirizzo di studio. Ad esempio al liceo classico gli studenti si confronteranno con la versione di latino, al liceo scientifico quesiti di matematica, al liceo economico sociale con diritto ed economia politica. Cambiando le tracce in base all’indirizzo di studi, cambia anche la durata della prova che non è uguale per tutti ma viene specificata dal Ministero ed indicata in calce alla traccia stessa.

Lunedì 26 scatterà invece la terza prova, diversa a seconda di ogni istituto. Questa infatti è una prova in cui le tracce e i quesiti sono preparati dalle commissioni delle singole scuole.
Esiste poi una quarta prova,
in programma il 27 giugno, che si effettua nei licei e istituti tecnici presso i quali è presente il progetto sperimentale ESABAC e nei licei con sezioni ad opzione internazionale spagnola, tedesca e cinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *