Maxi-operazione antidroga nel nord-Italia: quattro arresti a Ferrara

Polizia notteDue anni e mezzo di indagini sono stati necessari per portare allo scoperto una vasta rete di traffico di stupefacenti – in particolare hascisc e cocaina – in cui operavano cittadini italiani e magrebini.

L’indagine, condotta dalla Squadra Mobile di Rovigo e coordinata dalla Procura del capoluogo polesano, oggi è arrivata al momento cruciale: in cinque regioni è scattato infatti un blitz che prevedeva l’esecuzione di 53 misure cautelari autorizzate dalla Procura di Rovigo. In provincia di Ferrara sono quattro le persone coinvolte nel blitz: due ferraresi del 69 e del ’70, uno dei quali pluripregiudicato e attualmente detenuto in carcere; e due marocchini, nati nel 77 e residenti l’uno a Copparo, l’altro a Bondeno. A loro è stato notificato, dalla Squadra Mobile della Polizia di Stato di Ferrara, l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

L’indagine rodigina ha portato alla luce, in varie fasi, una rete di traffico di droga che riforniva soprattutto i mercati di Rovigo, Verona, Padova e Mantova. Pare che la droga arrivasse dalle piazze di Milano, Modena, e dalla stessa Mantova. I volumi di droga trattati dalla rete di trafficanti smantellata con l’operazione di oggi è stata stimata in circa 400 kg di hascisc e circa 30 chili di cocaina. L’operazione di oggi è l’epilogo di un’indagine che in passato ha comportato diversi arresti e perquisizioni. Oggi sono stati impiegati nel blitz 360 agenti di Polizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.