Maxi sequestro di botti irregolari, grossista multato a Ferrara

foto-2Botti irregolari sequestrati a Ferrara dalla Polizia. Multato un grossista che stava per consegnarli anche a Bologna, Rovigo e Modena.

Più di 400 botti irregolari sono stati sequestrati dagli Ispettori della Polizia di Ferrara. Negli ultimi giorni gli agenti della Sezione Amministrativa della Questura estense hanno setacciato numerose attività commerciali quali armerie, depositi di esplosivi, rivenditori di giochi, tabaccherie ed esercizi commerciali, che ponevano in vendita fuochi d’artificio da utilizzare l’ultima notte dell’anno.

Durante questi controlli gli Ispettori della Amministrativa hanno sequestrato centinaia di fuochi d’artificio che non riportavano le previste istruzioni d’uso sulle confezioni, con l’indicazione dei metri di distanza da rispettare per il loro sparo, e perché, cosa forse ancora più grave, gli articoli pirotecnici erano scaduti nel giugno del 2016 e quindi non più vendibili.

Molti di questi fuochi  erano destinati a piccoli commercianti delle provincie di Ferrara, Bologna, Rfoto-1ovigo e Modena e parte di essi sono stati intercettati proprio mentre il grossista ferrarese li stava consegnando con un proprio corriere.

In totale sono stati sequestrati 15 chilogrammi di polvere da sparo ed elevata la sanzione amministrativa di 660 €. L’esplosivo sequestrato sarà trasmesso alla Prefettura di Ferrara che, dopo averlo verificato lo smaltirà secondo le norme di legge.

Intanto il commerciante sanzionato, dopo aver ha capito l’errore commesso, si è attivato immediatamente per bloccare parte dei fuochi pirotecnici che stava consegnando.

La Polizia sta ponendo particolare attenzione ai botti in questi giorni vista anche la recente normativa del 2015 che prevede, infatti, una scrupolosa e meticolosa attenzione alla commercializzazione dei fuochi vietati ai minori di anni 18 che, senza le opportune cautele, in passato hanno procurato lesioni, in taluni casi, molto gravi, ad utilizzatori non esperti che armeggiavano con improvvisazione questi “botti” apparentemente innocui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *