Maxi superbonus a Ferrara: 16 edifici per 19 mln euro di investimenti in viale Krasnodar – VIDEO

A Ferrara il primo progetto in Italia di una maxiriqualificazione energetica e antisismica che utilizza il superbonus 110%, per un pacchetto di interventi di riqualificazione dell’edilizia popolare abitativa di proprietà del Comune.

Il progetto gestito da Acer del valore di circa 19 milioni riguarda una parte importante di un intero quartiere, viale Krasnodar, alla perferia sud della città e parte da un investimento del Comune di Ferrara di circa un milione di euro. che coprirà i costi non assoggettabili a superbonus

Viale Krasnodar diventa un quartiere guida della rigenerazione urbana non solo a Ferrara ma in Italia grazie al maxi progetto pilota che nasce dalla collaborazione fra Comune di Ferrara e Acer Ferrara. Sono ben 16 gli edifici coinvolti, 16 palazzi che grazie ai futuri cappotti termici’, ai  nuovi infissi, alla coibentazione delle coperture, ai nuovi generatori di calore e allacci al  teleriscaldamento oltre che all’installazione di pannelli fotovoltaici potrebbero fare del quartiere una delle prime comunità energetiche del nostro territorio. Senza contare il valore aggiunto delle azioni di miglioramento antisismico e di riqualificazione urbana.

E’ un ‘esperienza pilota, dice il direttore di Acer Ferrara, Diego Carrara, che dopo l’audizione in giunta, nelle scorse settimane, dei vertici provinciali di Acer di Nomisma e dell’Agenzia per l’Energia Sostenibile e lo Sviluppo (AESS), ieri  ha ottenuto l’approvazione di sindaco e assessori – su proposta dell’assessore Andrea Maggi – Al consiglio comunale, che già nell’assestamento di bilancio di mezza estate, ne aveva avuto notizia, spetterà l’approvazione della relativa variazione al piano delle opere pubbliche, mentre la stessa Acer si occuperà delle fasi di gara dovrebbe interessare data la portata della proposta, “gli operatori più innovativi del Paese”. “È un progetto all’avanguardia, dice il sindaco sul fronte energetico e antisismico, che  ricadute significative sull’aspetto urbanistico del quartiere, che vede ancora la periferia cittadina al centro delle politiche di innovazione urbanistica.

Si salda infatti con la riqualificazione di viale Krasnodar  quella dell’area ex Palaspecchi, che è stata selezionata dal Ministero delle Infrastrutture tra quelle ammesse a finanziamento nell’ambito del ‘Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare’ (Pinqua)”. Un maxi intervento urbanistico destinato a fare scuola, dicono i vertici di Acer, sia per le azioni di miglioramento energetico.sia per il metodo seguito che ha visto un coinvolgimento attivo dei residenti che fra le priorità e desiderata per il quartiere hanno indicato il miglioramento della qualità delle aree verdi attrezzate e delle aree gioco per bimbi, piste ciclabili, riqualificazione dei marciapiedi e interventi di abbattimento delle barriere architettoniche. Interventi che potrebbero rientrare nello stesso appalto, dice  il presidente di ACER Ferrara Daniele Palombo,  proprio per la scelta di mettere a bando la realizzazione degli interventi su tutti i 16 edifici in un’unica procedura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *