Mazzettopoli: ecco la sentenza

aula-trib-pp9

Condanna a tre anni e sei mesi per il geometra del Comune, Ivan Passerini.

Assolto invece, per non aver commesso il fatto, il geometra libero professionista, Marco Gulinelli.

E’ la sentenza emessa dal collegio giudicante presieduto dal giudice Diego Mattellini con a latere Attinà e Rizzieri.

La sentenza è arrivata nel primo pomeriggio dopo un lungo dibattimento che ha registrato anche qualche colpo di scena.

Il collegio ha accolto solo parzialmente la tesi dell’accusa rappresentata dal pm Patrizia Castaldini che per Passerini aveva chiesto quattro anni e sei mesi, mentre per Gulinelli aveva richiesto due anni.

Il collegio in pratica ha derubricato il reato di concussione contestato al geometra Passerini per 14 episodi in corruzione. Il Tribunale in pratica ha ritenuto che non il dipendente comunale a costringere a farsi pagare ma in realtà si metteva d’accordo con la controparte.

“Attendiamo le motivazioni e poi faremo quasi certamente appello” commenta a caldo l’avvocato difensore di Passerini, Massimo Bissi.

“Quello che ci fa sentire parzialmente soddisfatti è la derubricazione del reato di concussione in quello di corruzione. Siamo riusciti a dimostrare che il mio cliente non obbligava a pagare nessuno”.

Gioia e occhi lucidi invece per il libero professionista Marco Gulinelli. Il pm gli contestava un assegno di 750 euro che, sempre secondo l’accusa, sarebbe stata la prova dell’illecito commesso. Un nulla di fatto invece per il Tribunale che ha accolto la tesi della difesa: la totale estraneità di Gulinelli ai fatti.

“Siamo riusciti a far emergere la verità – commenta a caldo il legale di Gulinelli, Irene Costantino -. Giustizia è stata fatta”.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *