Medicina, a Cona usato un nuovo farmaco per l’Alzheimer

assemblea conaUn nuovo farmaco per diagnosticare l’Alzheimer è stato utilizzato ieri, per la prima volta in Italia, nell’Unità operativa di Medicina nucleare dell’ospedale Sant’Anna di Cona (Ferrara).

Il medicinale contiene una minima quota di radioattività ed è stato usato in un esame Pet del cervello. Fissandosi alle

staff medico

cellule cerebrali, consente di valutare la presenza di particolari formazioni, dette ‘placche neuritiche di beta-amiloide’ – presenti sia nelle persone sane sia in quelle malate di Alzheimer – ma la cui assenza, diagnosticata con la Pet, consente di escludere con buona certezza di essere affetti dalla malattia. L’esame è semplice per il paziente (dura in tutto 10 minuti) ma di una certa complessità per l’equipe. E’ stato infatti necessario per i medici nucleari seguire un corso di addestramento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *