Meis: 4 milioni di euro dal decreto “Valore cultura”

meisCi sono anche 14 milioni di euro per interventi attesi da tempo nei musei italiani nel decreto legge sui beni culturali approvato oggi dal governo Letta. Accanto agli 8 milioni per il completamento dei nuovi Uffizi di Firenze, ci sono i 4 milioni per la realizzazione del museo nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah a Ferrara. “Rappresenta un impegno importante che ci eravamo assunti” ha sottolineato il presidente del Consiglio Letta, che ha aggiunto: “La cultura “è il cuore del nostro Paese” ed è una “priorità del nostro governo”

Si registra una vera e propria inversione di tendenza nelle politiche culturali del Paese, con il dl approvato oggi dal Consiglio dei ministri, che interviene su alcuni temi cruciali della tutela e valorizzazione del patrimonio e della produzione culturale .Il dl sui beni culturali prevede la “valorizzazione di Pompei” come risposta al mondo, ha detto Enrico Letta, che ci assegna la responsabilità di rendere fruibile il sito archeologico. Il Governo è intervenuto su diversi capitoli, dal la produzione cinematografica, alle Fondazioni Lirico-Sinfoniche, agli incentivi per i giovani impegnati nello sviluppo della digitalizzazione e della catalogazione del patrimonio culturale del Paese, al finanziamento di 14 milioni di euro per i musei.

Di questi, quattro serviranno per portare a termine il restauro delle ex carceri di via Piangipane a Ferrara e realizzare il Museo dell’Ebraismo italiano edella Shoa. Un progetto di grande rilevanza storica, civile e culturale, che istituisce il Museo con una legge apposita dello Stato nel 2003, poi modificata nel 2006, mentre ne affida la gestione alla Fondazione Meis, alla quale partecipano il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Comune di Ferrara, il Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (CDEC) e l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI). Da allora i lavori per l’ideazione e la progettazione del Museo, attraverso un bando di concorso partecipato da importantissimi studi di tutto il mondo, hanno visto articolarsi la realizzazione del Museo dall’ex casa circondARIALE DI VIA PIANGIPANE in tappe.. Del 20 dicembre 2011 l’inaugurazione della Palazzina di via Piangipane, prima porzione del complesso museale destinata ad ospitare gli uffici della Fondazione e le prime iniziative culturali del MEIS.

Ora, dopo l’approvazione in sede di Conferenza dei Servizi del Progetto Definitivo il 17 dicembre 2012, cui ha fatto seguito nella primavera 2013 la progettazione esecutiva, grazie al finanziamento stanziato per i l cantiere,si potrà bandire la gara d’appalto per i lavori che riguardano il corpo di fabbrica centrale degli inizi del Novecento che ospiterà la biblioteca, una sala per mostre temporanee e laboratori didattici per bambini.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *