Meis, al via i lavori di implementazione impianto di videosorveglianza

Il Prefetto Michele Campanaro ha incontrato martedì, a palazzo don Giulio d’Este, il Questore Cesare Capocasa ed il Direttore del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah per fare il punto della situazione sulla implementazione del sistema di videosorveglianza interna del complesso museale a seguito dei recenti sopralluoghi effettuati alla presenza dei vertici del Segretariato Regionale per l’Emilia-Romagna del Ministero della Cultura, proprietario dell’immobile, sopralluoghi che avevano evidenziato l’esigenza di un rafforzamento dei profili di sicurezza interni.

meisNell’occasione il Prefetto, portando a compimento un percorso di garanzia delle piene condizioni di sicurezza del Polo museale nazionale dell’ebraismo italiano e della shoah, ha informato che il Direttore del Segretariato regionale per l’Emilia-Romagna del Ministero della Cultura già nella giornata di oggi disporrà l’affidamento dei lavori alla ditta incaricata per il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza perimetrale con ulteriori dieci telecamere, la cui ultimazione è prevista nei successivi trenta giorni.

“Stiamo parlando – ha precisato il Prefetto Campanaro – di un polo museale nazionale di grande richiamo per la vita culturale non solo di questa provincia, ma dell’intero Paese. Per tale ragione, oltre alla pianificazione di mirati servizi a tutela della sicurezza esterna, inseriti nell’ambito delle attività di vigilanza agli obiettivi sensibili previsti nel piano coordinato di controllo del territorio, saluto con grande soddisfazione la notizia dell’imminente avvio dei lavori finalizzati a dotare il museo ferrarese di un adeguato dispositivo di videosorveglianza interna, collegato con la sala operativa della locale Questura. A questo proposito – ha voluto sottolineare il rappresentante del Governo – avrò costanti interlocuzioni con il Direttore del Segretariato Regionale per l’Emilia-Romagna del Ministero della Cultura, che ringrazio per la immediata disponibilità data, assicurandomi che il preannunciato cronoprogramma dei lavori sarà pienamente rispettato”.

Le spese per la realizzazione dei lavori di potenziamento dell’impianto ammontano a €45.420,00 IVA esclusa, che saranno interamente sostenute con risorse nella disponibilità del Segretariato Regionale per l’Emilia-Romagna del Ministero della Cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *