“Mercati Puliti” il nuovo intervento sui Lidi per prevenire la dispersione degli imballaggi in aree verdi e pinete

È partita nei giorni scorsi, nei lidi comacchiesi, la campagna “Manteniamo il mercato pulito”: un’iniziativa messa in campo da Clara, ideata e promossa dall’Assessorato al decoro urbano del Comune di Comacchio, per prevenire la dispersione di sacchetti e altri imballaggi leggeri nelle aree verdi e pinete durante le giornate di mercato. L’iniziativa risponde all’esigenza di sensibilizzare commercianti e clienti al fine di prevenire la dispersione degli imballaggi in aree verdi e pinete.

Il progetto prevede, in pratica, una sorta di servizio ‘porta a porta’ anche per il mercato. Per ogni giornata di mercato in ciascuno dei sette Lidi, infatti, è prevista la consegna quotidiana di sacchi per la raccolta dei piccoli imballaggi a tutti gli ambulanti. Al termine della mattina i sacchi possono essere lasciati nella propria piazzola per essere raccolti dagli addetti Clara.

L’intento è quello di agevolare i commercianti, nel rispetto del regolamento comunale per il commercio su aree pubbliche, in base al quale “l’operatore ha l’obbligo di tenere pulito lo spazio occupato e, al termine delle operazioni di vendita, deve raccogliere i rifiuti chiudendoli accuratamente in sacchetti a perdere provvedendo al successivo deposito nei contenitori appositi e nei luoghi prescritti”.

Nonostante gli sforzi di Clara e della cooperativa Brodolini, che intervengono sia manualmente che meccanicamente per la pulizia post mercato, troppi sacchetti, fogli, scontrini e altri piccoli rifiuti, spostati dal vento, si disperdono infatti nelle aree verdi, rimanendo incastrati tra la vegetazione o nelle reti che delimitano le proprietà, causando possibili danni ambientali oltre ad un impatto poco gradevole in termini di decoro.

Piena soddisfazione espressa dall’assessore al commercio ed al decoro urbano Sandro Beltrami: “Abbiamo accertato la criticità e deciso di intervenire per dare sostegno e supporto ai commercianti, assicurando loro lo svolgimento del proprio lavoro e promuovendo, al contempo il decoro urbano e la tutela dell’ambiente, vero patrimonio del nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.