Migliarino: neonato trovato morto in un freezer – VIDEO

Una donna ricoverata a Cona per un malore e poi per una grave emorragia e un bambino trovato senza vita nel freezer di casa. Sono questi gli elementi centrali della tragedia che si è compiuta a Migliarino. Attualmente la donna si trova ricoverata alla rianimazione di Cona: è stata lei a indirizzare le ricerche degli inquirenti verso il congelatore dell’abitazione. Ora si avvale della facoltà di non rispondere.

Un neonato, circa tre chili di peso, 40 centimetri di lunghezza, chiuso in una busta e nascosto nel freezer di casa dopo sette mesi, forse otto, di gravidanza: è questa la scoperta a cui si sono trovati di fronte, ieri pomeriggio, a Migliarino, gli uomini della squadra mobile della questura di Ferrara.

Cos’era accaduto? La signora, residente in questa casa di Migliarino, era stata ricoverata lunedì sera a Cona, dopo essersi sentita male la mattina dello stesso giorno. Nessuno sapeva fosse incinta: né il medico curante, né i famigliari, un marito e sei figli, quattro maggiorenni e due minori. Tuttavia, quando viene portata in sala operatoria per trattare un’emorragia, risultano evidenti i segni – placenta e cordone ombelicale – di una gravidanza. Ma il bambino non c’è. Si decide quindi di ispezionare la casa, gli uomini della mobile e la PM Isabella Cavallari .

In una prima ispezione, nel disordine della casa non si trova nulla di significativo. Poi, giovedì pomeriggio, sarà la stessa madre a svelare che il corpo del bambino è nascosto nel congelatore di casa in uno sgabuzzino dell’abitazione. Ora la donna è indagata per omicidio aggravato e occultamento di cadavere. L’autopsia del corpo del bambino dovrà in primis chiarire se la creatura si nata già morta o se sia deceduta successivamente al parto solitario della donna, che pare sostenga di non essersi resa conto della gravidanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *