Migliorano le condizioni del neonato abbandonato davanti al cimitero

Migliorano le condizioni di Giorgio, il neonato abbandonato mercoledì all’interno di una borsa presso il cimitero di Rosolina (Ro) e trovato per caso da due signore che hanno contattato immediatamente il 118 ed i carabinieri.

L’equipe medica intervenuta ha anche una componente ferrarese. Si tratta della dott.ssa Anna Tarabini, medico di emergenza territoriale impegnato presso una casa di cura di Porto Viro (Ro), entrata in servizio per salvare il piccolo insieme all’infermiera Giorgia Cavallaro (la prima a prestargli le cure, tanto che il neonato è stato “battezzato” Giorgio in suo onore) e dell’autista Marco Marangon.

L’episodio ha particolarmente commosso lo staff dei soccorritori, tanto che Giorgia Cavallaro ha scritto una lettera aperta, pubblicata dal “Corriere del Veneto” in cui ha raccontato le emozioni provate, dicendo che è entrato nella sua vita e che non ne uscirà più.

Ora spetterà al Tribunale per i minorenni di Venezia individuare i genitori a cui affidare il piccolo, attualmente ricoverato presso il reparto di pediatria dell’ospedale di Rovigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *