Migranti: a Sant’Agostino struttura inadeguata

migranti
Immagine di repertorio

Sovraffollamento nella struttura alberghiera di Sant’Agostino che ospita una quindicina di migranti inviati dalla Prefettura di Ferrara. E’ quanto rilevato dall’Azienda Usl dopo un controllo su richiesta della Lega Nord.

Tutto è partito da un esposto di Alan Fabbri all’Azienda Usl di Ferrara, in cui la Lega Nord chiedeva di verificare i requisiti igienico-sanitari dell’Hotel che a S.Agostino ospita una quindicina di profughi inviati dalla Prefettura
Un controllo che Via Cassoli avrebbe effettuato registrando situazioni di ‘malaccoglienza’: migranti ammassati in stanze non idonee, come la sala ritrovo e il ripostiglio trasformati in camera da letto, quindi sovraffollate e con carenze igienico-sanitarie.
Una situazione, spiegano i gestori della struttura alberghiera che si trova sulla Via Statale, che si sarebbe creata per l’urgenza di ospitare i profughi in attesa di risistemarli al meglio.
Un report, quello dell’Asl, che sta già facendo storcere il naso al carroccio. “Se questa è l’idea che hanno il Governo di sinistra e la Prefettura dell’accoglienza, che foraggia cooperative e privati -sottolinea Alan Fabbri- che scelgono la via facile dell’ospitalità, a costo di ammassare stranieri nelle proprie stanze, sarebbe meglio fermare tutto” . Il capogruppo della Lega Nord in Regione sulla questione ha già annunciato anche un’interrogazione parlamentare a firma di Gianluca Pini, per chiedere come sia possibile che, in un Comune terremotato come quello di S.Agostino, possano arrivare dei migranti, contro le normative e a dispetto della dignità dei cittadini”.
Nel frattempo si muove anche il Comune di S.Agostino con richiami e diffide ai gestori delle strutture di accoglienza di migranti, di procedere alla regolare manutenzione dei locali. Pena la sospensione di attività alberghiera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *