Migranti: Unione Europea in cerca di soluzioni – VIDEO

03 migranti europaGiro di valzer della Germania sulla accoglienza migranti: dopo l’apertura di fine agosto ai migranti provenienti da Siria e Balcani, seguita da una vera e propria doccia fredda,i domenica pomeriggio,con la sospensione del traffico ferroviario con l’Austria, mentre il ministro dell’Interno tedesco annunciava la reintroduzione “temporanea” dei controlli alla frontiera e la richiesta di documenti validi per l’ingresso, è di poche ore fa il contro annuncio atteso da tanti migranti che premono per entrare in Germania e che da questa mattina alle 7, così dice l’annuncio ufficiale, sono potuti salire sui treni alla frontiera austriaca. E’ certo che i circa 800mila arrivi previsti in Germania entro la fine del 2015 preoccupano Berlino, che per questo motivo sta correndo ai ripari facendo pressione sugli altri membri dell’Unione Europea

Di oggi la notizia che il Consiglio Affari interni.dell’Unione si impegna a ricollocare altre 120mila” profughi, secondo quote flessibili, nell’attuazione della decisione.Intanto il vertice dei ministri dell’Interno 28 Paesi dell’Unione ha dato il via libera formale alla ‘fase 2’ della missione navale EuNavFor Med che prevede l’uso della forza contro gli scafisti nel Mediterraneo. L’operatività è prevista entro i primi di ottobre.

Intanto, mentre gli arrivi in Ungheria in Macedonia e in Germania toccano numeri record e mentre l’Austria ha deciso di inviare l’esercito al confine con l’Ungheria in supporto della polizia, si registra l’ennesima tragedia del naufragio di un barcone che conteneva fra 120 e 130 passeggeri, in cui si registrano 34 vittime, tra cui 11 bambini e 4 neonati, morti nel naufragio di un barcone che si è rovesciato nell’Egeo, mentre cercavano di raggiungere un’isola greca dalla vicinissima Turchia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *