MILAN – SPAL 2-1 (13′ Petagna, 16′ Castillejo, 63′ Higuain)

MILAN – Donnarumma; Abate (62′ Calabria),  Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Kessie,   Bakayoko, Calhanoglu; Suso, Higuain (82′ Borini), Castillejo (62′ Cutrone). A disp. Donnarumma A., Reina, Bertolucci, Borini, Calabria, Conti, Cutrone, Laxalt, Mauri, Montolivo, Musacchio, Tsadjout. All. Gattuso

SPAL – Gomis; Cionek, Felipe, Bonifazi; Dickmann (46′ Vicari), Missiroli, Schiattarella (73′ Valdifiori), Kurtic, Costa (53′ Fares), Antenucci, Petagna. A disp. Milinkovic-Savic, Poluzzi, Fares, Floccari, Everton Luiz, Moncini, Paloschi, Simic, Valdifiori, Valoti, Vicari, Viviani. All. Semplici

13′ GOL Lungo lancio per Petagna che protegge il pallone e lascia partire un sinistro leggermente deviato da Romagnoli che supera Donnarumma.

16′ GOL  Pareggio del Milan con Castillejo che sfrutta un grossolano errore di Costa e Dickmann trafiggendo Gomis con un potente sinistro.

36′ Bakayoko da ottima posizione spreca calciando alto sopra la traversa.

46′ Calhanaloglu da buona posizione viene chiuso da Bonifazi.

56′ Sinistro da fuori di Petagna che termina di poco alto sopra la traversa.

63′ GOL Raddoppia il Milan con Higuain che da distanza ravvicinata non sbaglia.

72′ pregevole conclusione dal limite di Bakayoko con Gomis che risponde con una grandissima deviazione.

77′ Spal vicina al pareggio comm ma deviazione aerea di Cionek che sfiora il palo alla destra di Donnarumma.

84′ Fortuita deviazione di Romagnoli che salva la propria porta dalla conclusione di Petagna.

93′ Miracolo di Donnarumma che nega il pareggio a Fares.

One thought on “MILAN – SPAL 2-1 (13′ Petagna, 16′ Castillejo, 63′ Higuain)

  • 30/12/2018 in 10:26
    Permalink

    Siamo nella norma, perdiamo quelle che si devono perdere e forse pareggiamo quelle che si devono vincere. Si doveva chiudere l’andata a 20 punti, ma sia noi che la Società siamo contenti, l’allenatore ci ha portato in serie A se anche ci riporta in B è ancora meglio di dove siamo partiti e cioè dalla lega pro

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *