Minaccia di morte la madre: Tribunale minorenni ordina accompagnamento in comunità

Un giovane studente ferrarese di 17 anni è finito in comunità per minorenni a Bologna dopo due anni di episodi difficili vissuti dalla madre, vessato e persino minacciato di morte dal figlio, dicono dalla questura.

Ieri mattina la squadra mobile estense ha portato il ragazzo in comunità come disposto dal gip del Tribunale per i minorenni di Bologna.

La situazione sarebbe andata avanti per due anni e sarebbe emersa a settembre scorso, quando la madre chiamò la Polizia dopo essere stata, a suo dire, “minacciata di morte dal figlio anche con coltelli da cucina”. Secondo la squadra mobile, il minorenne reagiva spesso con rabbia e aggressività e con il passare del tempo i litigi erano più frequenti, solitamente scaturiti da motivi futili.

“In alcune occasioni il ragazzo avrebbe anche sfogato la propria rabbia sugli oggetti di casa, colpendo le porte con calci e pugni, sbattendo le sedie sul pavimento, arrivando a minacciare anche atti di autolesionismo nel caso non avesse ottenuto quanto richiesto” riporta una nota della Questura estense.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *