Mini Imu: chi pagherà in Provincia. Niente tassa nel comune capoluogo – L’ELENCO

casa

Chi sperava in una proroga ha visto deluse le proprie aspettative: la cosiddetta Mini Imu 2013 dovrà essere regolata dai proprietari di prima casa entro il 24 gennaio 2014, cioè entro poco più di dieci giorni a partire da oggi.

La cosiddetta mini IMU è in realtà una quota (il 40%) dell’imposta sulla casa di residenza dovuta per il 2013 ai Comuni che hanno alzato l’aliquota base oltre il 4 per mille e per i quali il governo non ha garantito la necessaria copertura. In questi giorni Centri di assistenza fiscale e commercialisti sono mobilitati per il calcolo di quanto dovuto.

In provincia di Ferrara sono 17, secondo i dati di sintesi riportati e diffusi dalla fondazione IFEL dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani, i comuni che hanno effettivamente alzato l’aliquota dell’IMU prima casa oltre il 4 per mille. Argenta, Berra, Cento, Codigoro, Copparo, Formignana, Goro, Jolanda di Savoia, Lagosanto, Massa Fiscaglia, Mesola, Migliarino, Migliaro, Portomaggiore, Ro, Tresigallo, Voghiera.

Tra questi comuni non c’è il capoluogo Ferrara, come hanno sottolineato più volte nei giorni scorsi sia il sindaco Tagliani sia l’assessore Marattin: i contribuenti la cui casa di residenza e proprietà è nel territorio del comune estense non dovranno pagare la Mini Imu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *