Miriam Mafai: il ricordo di Telestense

Nel 2007 Miriam Mafai fu finalista del premio estense con il suo libro “Diario Italiano”. In quel volume aveva raccolto trent’anni di articoli e interventi giornalistici in cui si leggeva la storia recente del nostro Paese, vista dalle piazze, dalle fabbriche, ma anche dai palazzi della politica.

Miriam Mafai aveva attraversato davvero la storia italiana: come militante della resistenza, come figura di primo piano del Partito Comunista, come giornalista impegnata a raccontare con disincanto l’evoluzione o involuzione italiana.

Era abituata a denunciare senza remore i vizi italiani, quelli della politica e quelli della gente comune. Quando salì sul palco del premio estense, quell’anno, ci ricordò che l’Italia disillusa del 2000 è un Paese che rischia, di fronte al fenomeno migratorio, di ripiegarsi nel razzismo.

Era una giornalista priva di reticenze, abituata ad affrontare con coraggio la realtà: ma le sue parole tradivano spesso il rimpianto epr un Paese che avrebbe voluto diverso.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120410_08.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *