Missioni nel mondo, appello del Papa – VIDEO

Oggi la Chiesa cattolica celebra la giornata missionaria mondiale una giornata di preghiera e solidarietà nella quale si esprime la fraternità universale fra tutte le Chiese e fra tutti i credenti.

Oggi all’Angelus l’appello di Papa Bergoglio a soccorrere i migranti e asottrarli alle violenze dei lager libici.

papaOgni anno la Direzione nazionale delle Pontificie opere missionarie, rappresentata dalla Fondazione Missio, propone un tema per la Giornata missionaria, che diventa un motivo di approfondimento e di formazione missionaria per tutta la durata dell’anno pastorale. Il tema di quest’anno viene a completare un percorso triennale voluto da Papa Francesco.

che sottolinea come la vocazione missionaria sia di tutti e che tutti i cristiani debbano essere  “Tessitori di fraternità”. Come i missionari che vanno nei Paesi più lontani, incontrano e si mettono al servizio di popolazioni di culture diverse con spirito fraterno.

Quest’anno il tema ha come titolo  “Testimoni e profeti” di un mondo nuovo: il messaggio di papa Francesco esorta a essere testimoni e profeti, con lo stesso coraggio di Pietro e Giovanni che, davanti ai capi del popolo e agli anziani, non hanno paura di dire: «Non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato» (At 4,20). E a questo proposito c’è da da sottolineare il richiamo con cui oggi  Il Pontefice si è rivolto ai credenti, parlando delle sventure dei migranti e sottolineando la sorte disperata cui è soggetto in Libia chi si avventura nei viaggi della speranza Alla denuncia di Francesco delle condizioni disumane in cui versano migliaia di rifugiati e richiedenti asilo nel Paese nordafricano si è aggiunto l’appello alla comunità internazionale a dare priorità al soccorso di vite in mare e garantire percorsi regolari di migrazione e accesso alle procedure di asilo.

“Non vi dimentico mai. Sento le vostre grida e prego per voi. Tanti di questi uomini donne e bambini sono sottoposti a una violenza disumana. Ancora una volta chiedo alla comunità internazionale di mantenere le promesse di cercare soluzioni comuni, concrete e durevoli per la gestione di flussi migratori in Libia e in tutto il Mediterraneo. E quanto soffrono coloro che sono rimandati! Ci sono dei veri lager lì… Occorre porre fine al ritorno dei migranti in paesi non sicuri e dare priorità al soccorso di vite umane in mare con dispositivi di salvataggio e di sbarco prevedibile, garantire loro condizioni di vita degne, alternative alla detenzione, percorsi regolari di immigrazione e a accesso alle procedure di asilo. Sentiamoci tutti responsabili di questi fratelli e sorelle che da troppi anni vittime di questa gravissima situazione e preghiamo per loro in silenzio”.

DA SAPERE

Nel 1926, l’Opera della propagazione della fede, su suggerimento del Circolo missionario del Seminario di Sassari, propose a Pio XI di indire una giornata annuale in favore dell’attività missionaria della Chiesa. La richiesta fu accolta con favore e lo stesso anno venne celebrata la prima “Giornata missionaria mondiale per la propagazione della fede”, stabilendo che si tenga ogni penultima domenica di ottobre, il mese missionario per eccellenza.

Nel 2021 la Pontificia Opera della propagazione della fede ha sostenuto con un contributo per le spese correnti 893 circoscrizioni ecclesiastiche in territori di missione e ha investito più di 10 milioni di dollari per la formazione di catechisti, mentre la Pontificia Opera di San Pietro Apostolo ha finanziato la formazione di 76.541 seminaristi in 746 Seminari.

Va ricordato inoltre Pauline Jaricot, la fondatrice dell’Opera per la Propagazione della Fede, la cui beatificazione è stata fissata per il prossimo anno avverrà nel quadro di importanti ricorrenze legate al mondo missionario. Nello specifico nel 2022 saranno celebrati: i 400 anni della Congregazione di Propaganda Fide, i due secoli dalla fondazione della prima Opera missionaria, l’Opera per la propagazione della fede, il primo centenario dalla elevazione a Pontificie di tre delle quattro Opere, e i 150 anni dalla nascita del beato Paolo Manna, fondatore delle Pontificia Unione Missionaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *