MOBYT, difficile trasferta a Reggio Calabria

mobyt castelli matera

La Mobyt affronta il viaggio più lungo della stagione per cercare quella vittoria che le manca da quasi un anno. E tutto dopo essere incappata in un pensate stop casalingo. Insomma, domani a Reggio Calabria Ferrara dovrà cercare di scacciare i fantasmi di una brutta sconfitta interna, maturata negli ultimi tre sciagurati minuti della sfida con Matera, ma anche di sfatare un tabu che dura dal dicembre 2013. E’ facile capire che la sfida che domani Ferri e compagni giocheranno in riva allo stretto ha un valore che va ben al di là dei due punti in palio.

Purtroppo a complicare il quadro ci si mette anche l’assenza, o quasi, di Bottioni. Che da regista in seconda può comunque portare il suo mattoncino. La distorsione alla caviglia rimediata a Verbania quindici giorni fa continua a dare problemi e si deciderà solo all’ultimo momento un suo eventuali impiego.

Reggio Calabria è squadra tosta, che ha vinto quattro partite su sei e fa affidamento su due americani solidi come la guardia Deloach, giù visto a Chieti e Lucca, e l’ala Rush. In due segnano quasi 30 punti di media a partita, a cui vanno aggiunti i canestri di Ammannato, il play Rossi e il totem d’area Rezzano. Per Ferrara mai come questa volta contano le motivazione interiori a la determinazione della squadra nel voler dare una svolta ad un digiuno esterno che comincia ad essere imbarazzante oltre che patologico. Vedremo cosa accadrà domani, seguendo le vicende tramite la web radio della Pallacanestro Ferrara. Quella di Reggio Calabria sarà la prima di due trasferte consecutive. La seconda domenica 16 novembre a Ravenna, per il sentito derby con l’Acmar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.