Mobyt, mercato in stand by

mobyt-1Tra infortuni e mercato, la Mobyt deve anche giocare un campionato. E la prossima tappa, dopo lo stop di Roseto, sarà a Lucca domenica prossima, contro una squadra lanciata al pari degli abruzzesi o forse più. Ecco, quindi, che il periodo è davvero molto delicata per gli uomini di coach Furlani che se non reagiscono immediatamente al momento negativo, potrebbero non reggere all’aggressione di chi segue in classifica. Insomma, Ferrara deve tenere la testa bassa e lavorare, cercando di far fronte anche alla sfortuna.
Perché non capita spesso di avere ben cinque giocatori in lista infortuni. Anzi, capita molto raramente. Ecco perché il mercato è diventato un aspetto molto importante per una squadra che ha perso Casadei e Infanti per tutta la stagione, sta recuperando Andreaus ed ha fermi ai box da domenica scorsa sia Spizzichini che il nuovo arrivato Flamini. E se Spizzichini già domenica potrebbe rientrare se il dolore alla spalla diminuirà, per rivedere Flamini serviranno almeno un paio di settimane.
Visti i molti infortuni la società aveva dato mandato al diesse Pulidori di cercare un giocatore sul mercato. Ma visto che le prime scelte di coach Furlani, vale a dire Alibegovic (giocatore di Mantova) e Negri (giovane della Virtus Bologna) non sono affari fattibili, oggi pomeriggio il presidente Fabio Bulgarelli è stato chiaro: “Per ora il mercato non è una priorità. Se arriverà qualche occasione entro fine febbraio la valuteremo, ma per ora faremo con i giocatori che abbiamo”.
Messaggio chiaro del presidente che sostanzialmente dà fiducia alla squadra, chiede di gestire l’emergenza e spera in tempi migliori. Del resto, se tutto andrà nel verso giusto, Flamini dovrebbe tornare in campo già contro Matera e Spizzichini dovrebbe avere tempi di recupero ridotti. A meno, ovviamente, di colpi di scena che potrebbero anche essere dietro l’angolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *