Monopattini in città: la giunta approva le modalità di utilizzo

Via libera dalla giunta all’affidamento dei servizi di bike e monopattini elettrici in sharing e delle modalità di utilizzo dei mezzi. Si tratta di un servizio che l’Amministrazione intende introdurre per ora in fase sperimentale, fase in cui saranno ‘testati’ mezzi, servizi e si verificherà l’andamento e l’interesse per questo genere di mobilità.
Lo schema approvato oggi prevede, tra le altre cose, che nelle aree pedonali la velocità massima dei monopattini non superi i 6 chilometri orari; dovrà invece essere rispettato il limite dei 20 chilometri orari nei percorsi ciclabili e i 10 chilometri all’ora nei percorsi ciclopedonali (25 chilometri all’ora è invece la velocità massima consentita sulle strade urbane all’interno del centro abitato in assenza di percorsi ciclabili).
Lo schema approvato oggi prevede anche il divieto di trasporto di altre persone, oggetti o animali e l’utilizzo di giubbotti o bretelle retroriflettenti nelle ore di buio. Particolare attenzione allo sharing freefloating (‘a flusso libero’, cioè con possibilità di restituire la bicicletta e il monopattino in punti diversi da quello di prelievo), i soggetti che avvieranno tali servizi dovranno predisporre il recupero e la ricollocazione dei mezzi in aree definite dall’Amministrazione comunale.
Definito anche un numero limite di mezzi che potrà essere introdotto, per un massimo di 300 monopattini a propulsione prevalentemente elettrica e 500 biciclette a pedalata assistita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *