Monsignor Negri: “Sui giovani serve confronto a più voci”

 

01 mons negriDi ritorno dal Meeting di Comunione e Liberazione, l’arcivescovo di Ferrara-Comacchio, Mons. Luigi Negri, in un’intervista a Telestense riprende le fila del suo rapporto con la città, chiarisce il senso del suo attacco di giugno alla movida in Piazza Cattedrale e dice.” Il mio linguaggio è stato forte, perché mi interessa una proposta educativa forte”.

L’intervista, concessa questa mattina da mons. Luigi Negri a Telestense, apre sui giovani e sull’attacco alla movida di fine giugno, chiude sui Buskers, sulla piazza cattedrale invasa in queste sere dai musicisti di strada: è un’intervista ad ampio raggio nella quale l’arcivescovo affronta polemiche e temi scottanti con grande libertà. “Incontrerò i giovani, dice Mons. Negri, senza dare, però, troppa pubblicità alla cosa, mi interessa, aggiunge, partecipare ad un dibattito cittadino.

Quindi annuncia l’intenzione di promuovere una serie di incontri educativo culturali sui valori cristiano – cattolici partendo dal Manzoni e negrida I promessi sposi, un testo laico, dice, che vorrei fosse affrontato da laici, in luoghi non ecclesiastici”. Due i problemi su cui l’arcivescovo si accalora: da un lato, l’educazione dei giovani, il senso della vita, il rapporto fra le persone all’insegna del dono e della gratuità non del benessere e del consumo, dall’altro, il dialogo fra punti di vista diversi. Sulla legge contro l’omofobia è deciso: “Lo Stato cede alla lobby gay, dichiara, ma lede la libertà di chi la pensa diversamente”. Quanto all’immigrazione, “è un problema complesso, afferma, su cui l’Italia si è divisa radicalizzando le due posizioni estreme”. Non dà giudizi, invece, sulla città, “E’ ancora presto” glissa, ma le riconosce un eccessivo ripiegamento sul passato, di cui, aggiunge, andrebbero recuperati i due secoli di governo pontificio del tutto ignorati dai ferraresi”. Non gli dispiacciono i Buskers, “l’uomo che ho visto ieri sera in mutande sul sagrato non si intonava certo con la cattedrale, conclude, ma so bene che non faceva parte dello spettacolo”.

L’intervista integrale andrà in onda su Telestense ch.16 e ch.113 del D.T, domani sera nella rubrica Telestense 7 alle 22.05, e domenica mattina in replica alle 10.30.

L’intervista tornerà in onda, lunedì sera, alle 20.30 su Tele Ferrara Live ch. 188

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *