Morta dopo ritocco estetico, la procura disporrà l’autopsia

Si sarebbe costituita dai carabinieri a Cento la persona ricercata nel modenese in relazione alla morte di Samantha Migliore, donna di 35 anni deceduta nella sua casa a Maranello dopo un ‘ritocco’ estetico al seno effettuato in casa l’altro ieri.

Nei confronti della persona che si è costituita ai militari della città del Guercino procedono i carabinieri di Modena e Maranello .

La procura di Modena ha disposto l’autopsia sul corpo di Samantha, per capire quali siano state le cause che ne hanno provocato il decesso, a partire dal tipo di sostanza che le è stata iniettata.

Sono tanti i punti da chiarire di questa vicenda, a cominciare dalla posizione di chi ha fatto materialmente l’iniezione: si tratterebbe di una trans brasiliana che, secondo l’Ansa, sarebbe scappata quando si sarebbe resa conto che Samantha stava morendo.

Le accuse che potrebbe muovergli la procura di Modena sono pesantissime: omicidio colposo, omissione di soccorso e esercizio abusivo della professione medica. Per il trattamento al seno, sarebbe stato pattuito un compenso da 1.200 euro.

Mentre procura e carabinieri proseguono le indagini per approfondire i contorni della storia, la donna lascia il marito, che aveva sposato poco più di un mese fa, e lascia cinque figli avuti da relazioni precedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.