Mostre: dal 26 giugno “La Divina Botanica” riapre la stagione di esibizioni a Unife

A 700 anni dalla morte del Divino Poeta, e a 250 dalla fondazione del suo Orto Botanico, l’Università di Ferrara inaugura la ripresa della propria attività museale con una mostra che celebra Dante e se stessa. “La Divina Botanica: le erbe, i fiori e gli alberi di Dante”, visitabile a Palazzo Turchi di Bagno (Corso Ercole I d’Este, 32) dal 26 giugno al 12 settembre (con chiusura dal 10 al 24 agosto e accesso regolamentato di 20 persone, tutti i giorni ore 10- 18), offre un’inedita rilettura del viaggio ultraterreno del poeta attraverso gli Erbari antichi dell’Università in un dialogo continuo tra le piante e i canti della Divina Commedia.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra i botanici e gli italianisti del nostro Ateneo. Tra i suoi consulenti, il prof. Renato Gerdol, ordinario di Botanica applicata e Prefetto dell’Orto Botanico, e il prof. Paolo Trovato, ordinario di Storia della lingua italiana, che sta concludendo in questi mesi un quasi ventennale lavoro di scavo tra i manoscritti della Commedia in funzione di una nuova edizione scientifica del poema (in uscita nel corso dell’estate).

Più precisamente, come illustra la curatrice e ideatrice della mostra, la Dott.ssa Lisa Brancaleoni, “la mostra, progettata durante il lockdown del 2020, si concretizza oggi soprattutto grazie alla collaborazione di noi botanici con una dottoranda in studi umanistici che fa parte dell’équipe di Trovato, la dott. Martina Cita, e mette in luce sia le attente osservazioni botaniche di Dante sia il simbolismo attribuito alle piante.”
“Il doppio anniversario Dante – Orto Botanico non poteva essere occasione migliore per riaprire la sala delle esposizioni di Palazzo Turchi di Bagno al pubblico, presentando le ricche collezioni dell’Orto Botanico e dell’Erbario mediante i versi del Sommo Poeta. Poter offrire alla città di Ferrara questa esperienza culturale è un momento di grande soddisfazione per il nostro Ateneo” sottolinea Ursula Thun Hohenstein, presidente del Sistema Museale di Ateneo.

Il Prof. Renato Gerdol aggiunge: “Per l’Orto Botanico il 250° anniversario della fondazione rappresenta una tappa miliare nella sua storia che ha vissuto momenti particolari, ivi incluso il trasferimento dalla sede storica di Palazzo Paradiso all’attuale sede di Palazzo Turchi Di Bagno, avvenuto negli anni Sessanta del secolo scorso. Nell’ultimo periodo la storia dell’Orto ha avuti rilevanti ripercussioni anche sul tessuto cittadino, grazie all’apertura degli spazi dell’Orto anche nei fine settimana. Il valore storico di questo anniversario è ulteriormente rimarcato dalla concomitanza con il 700° anniversario della morte di Dante.”

La mostra è promossa dal Sistema Museale di Ateneo, con il patrocinio del Ministero della Cultura, del Ministero della Transizione Ecologica, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Ferrara, della Società Botanica Italiana, e la collaborazione del Liceo Artistico Dosso Dossi, del Garden Club e del Lions Club Ferrara Estense.
Mostra ‘La Divina Botanica: le erbe, i fiori e gli alberi di Dante’
Giorni e orari

26 giugno – 9 agosto e 25 agosto – 12 settembre 2021
Tutti i giorni dal lunedì ala domenica, ore 10.00 – 18.00
Ingresso libero regolamentato (20 persone)
Palazzo Turchi di Bagno – Corso Ercole I d’Este n 32 – Ferrara

Per informazioni inerenti la mostra e gli eventi dedicati al 250° dell’Orto Botanico: http://www.unife.it/sma/it/orto-botanico/eventi/lorto-botanico-compie-250-anni

Per iscriversi alla newsletter, scrivere una mail a [email protected]
Non solo mostra: il concerto dell’ensemble a pizzico Caput Gauri e e la conferenza di Antonio Raschi (CNR) su “Dante geoturista”
La mostra dedicata a Dante e alla botanica è arricchito da un concerto e da una conferenza.
Il concerto sarà tenuto il 25 giugno alle ore 19 dall’ensemble a pizzico Caput Gauri, in live streaming su Unife Channel.
Musiche di Cecere, Beethoven, Cornelissen, Gargano, Calace, Allen, Romagnesi, Metra.
Link alla diretta https://youtu.be/CN3sLHnZGio
La conferenza del Dott. Antonio Raschi, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Bioeconomia (Firenze) sarà intitolata: “Dante geoturista: cosa (probabilmente) ha visto e come ce lo ha raccontato”.
La conferenza si svolgerà in presenza lunedì 28 giugno alle ore 17.00, su prenotazione fino ad esaurimento posti, inviando una mail a [email protected]
Potrà essere seguita anche in live streaming su Unife Channel
Link alla diretta https://youtu.be/rWERCBkNUjE)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *