“I mostri odierni siamo noi!” così ieri sera Carlo Calenda a Ferrara per presentare il suo libro. Intervista

Carlo Calenda“I mostri siamo noi: scettici, rassegnati, incapaci di cambiare”. Così ieri sera Carlo Calenda a Ferrara per  presentare ad un pubblico di oltre 400 cittadini presenti   nei  Giardini di Palazzo Roverella, il suo più recente saggio dal titolo “I mostri e come sconfiggerli”, edito da Feltrinelli.

Un libro che richiama al progetto politico del fondatore di Azione, convinto della necessità per gli Italiani di recuperare al più presto il senso vero di una politica basata sul valore della cultura e  della competenza, non sugli slogan e sulla contrapposizione ideologica e ormai del tutto artificiosa fra Destra e Sinistra.

A tutto campo l’intervento appassionato dell’eurodeputato eletto nella lista unitaria PD – Siamo Europei, arrivando primo fra i candidati della lista per numero di preferenze nella  circoscrizione Nord Est e risultando il candidato del Partito Democratico più votato in Italia, partito che Calenda ha lasciato dopo l’alleanza PD-Cinquestelle.

Fra i temi toccati, il referendum costituzionale e  le ragioni per cui Calenda si è detto convinto sostenitore del “no”, ma anche il progetto di una politica che metta al centro del futuro del Paese l’investimento in Scuola e Sanità.

L’incontro, promosso  da Alberto Bova e dal neonato Gruppo ferrarese del  partito fondato a novembre da Calenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *